ROMA – Legge elettorale, Matteo Renzi lancia “Italicum” e rompe con Gianni Cuperlo

Blackberries Venafro

ROMA – Matteo Renzi presenta alla direzione Pd la sua proposta di legge elettorale rettificata, con il doppio turno anti-larghe intese. Ma la minoranza non ci sta e si apre lo scontro. “Il modello non convince e presenta dubbi di costituzionalita”, dice il numero uno dell’opposizione interna, il presidente Gianni Cuperlo. Poco prima delle 20, tuttavia, la relazione di Renzi viene messa ai voti: i botta e risposta di fuoco non scalfiscono il risultato. La proposta passa con 111 placet e 34 astenuti. Neanche un ‘no’ anche se nelle dichiarazioni conclusive, il segretario aveva auspicato che Cuperlo optasse ufficialmente per il pollice verso piuttosto che per l’astensione. Il presidente, in realtà, preferisce lasciare la direzione prima del voto mentre Renzi esterna la propria critica rispetto ad alcune considerazioni espresse da Cuperlo poco prima: “Se Gianni vuole replicare, per correttezza”, ha detto il segretario, ma in quel frangente Cuperlo stava già lasciando da sala. “Mi dispiace che Cuperlo vada via”, aggiunge Renzi subito dopo.

Tutti i particolari su: www.repubblica.it/politica/2014/01/20/news/direzione_pd-76436260/?ref=HREA-1

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!