SPAZIO – Il telescopio Nustar del satellite Chandra fotografa “la mano di Dio”

Blackberries Venafro

SPAZIO. L’immagine che ricorda la forma di una mano è ciò che rimane dopo l’esplosione di una stella è stato catturato con i raggi X dal NUSTAR telescopio della NASA in orbita da oltre un anno. La nebulosa che dista 17 mila anni luce da noi, è stata soprannominata La mano di Dio e non è altro quel che rimane tra polveri e gas dell’esplosione di una stella. La particolare forma è stata catturata dai teleobiettivi del telescopio NUSTAR della NASA sul satellite Chandra in orbita da un anno e mezzo. La foto non è recente ed è stata rilasciata dalla NASA nel 2009 e ne scrivevamo su Mysterium. Comunque l’immagine è sempre bella e mi offre l’occasione per raccontare come si è giunti a questa scoperta. Questo oggetto spaziale che si estende per 150 anni luce è formato da particelle frutto dell’esplosione di una supernova. Il cadavere stellare è chiamato PSR B1509-58, o B1509 nella forma abbreviata e è una pulsar che gira rapidamente su se stessa per sette volte al secondo, proiettando all’esterno di se stessa un vento di particelle. Queste particelle interagiscono con i campi magnetici intorno al materiale facendolo brillare con i raggi-X. Il risultato è una nuvola che assomiglia a una mano aperta . La pulsar stessa non può essere visto in questa immagine ma è collocata vicino al punto bianco luminoso. Uno dei grandi misteri di questo oggetto è se le particelle pulsar interagiscono con il materiale in modo specifico per farlo sembrare una mano o se il materiale ha in realtà la forma di una mano. La nube rossa alla fine della regione, quella che somiglia a un dito è una struttura diversa, chiamata RCW 89. Gli astronomi pensano che il vento della pulsar stia riscaldando la nuvola facendola brillare di luce ai raggi X.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!