CAMPOBASSO – 30mila visualizzazioni per “U vì u lard, u vuò?”

Black&berries Venafro
Assicurazioni Fabrizio Siravo

CAMPOBASSO. Ha superato le 30mila visualizzazioni in poco più di un mese il video “U vì u lard, u vuò?”, parodia molisana della celebre “We Are The World”, scritta nel 1985 da Michael Jackson e Lionel Richie. Con tanto humor e indubbio talento artistico, i “Molise Natzione” sono riusciti ad ottenere un risultato sorprendente, gradevolissimo e foriero di buonumore. Come nacque e venne sviluppata l’idea ce lo racconta la cantante campobassana Ilaria Bucci:

Fine ottobre (2013, ndr)

Mi arriva un messaggio da un amico, Pietro Mignogna. “Ci sarebbe una cosa da fare il 2 novembre con i ragazzi di Molise Natzione, servono quante più voci possibili per contribuire alla buona riuscita del brano. Ti mando il testo, dagli un’occhiata. Ah e dai una guardata anche al video originale…” Ok Pietro, non ti assicuro niente però, perché avrei delle cose da sbrigare a Roma e non so, dovrei scendere appositamente a Cb per fare questa cosa, non era in progetto, sai, forse ho delle prove qui, sarei tornata tra dieci giorni…. Ok, chi mi viene a prendere a Bojano?”. E’ nata così questa collaborazione (inizialmente telematica) e successivamente musical-goliardica con i ragazzi di Molise Natzione. Appena arrivati a casa di uno degli organizzatori (i quali avevano allestito una sala appositamente per registrare) per rompere il ghiaccio e creare un’aria più che familiare, NATZIONALE, tra un vassoio e un altro ecco una bella carrellata di prelibatezze nostrane da degustare; dalla salsiccia di casa, ai taralli, al famigerato CACIOCAVALLO accompagnato da buon vino casereccio come da buona tradizione. C’erano tanti miei amici, tanti colleghi, tanti volti a me nuovi con cui da subito c’è stato feeling, empatia e sorrisi. L’accoglienza era stata buona, la compagnia ottima, non ci restava che capire cosa fare oltre a mangiare. Entrati in sala ci siamo passati di mano in mano  con i miei colleghi, il testo del brano (ri-scritto e ri-adattato dalla geniale penna e mente di Antonello Lombardi). Abbiamo discusso insieme sulle pronunce del dialetto, abbiamo apportato piccole modifiche metriche alla canzone e poi abbiamo cominciato a registrare. Forse durante quelle quattro ore di prove e registrazioni sono state più le risate che le note cantate…. Si percepiva che lo spirito fosse quello giusto. Il brano sarebbe stato “pubblicato” (sulla pagina face book) intorno a Natale…

18 dicembre 2013. Ore 15,00.

Come nei più bei count down che si rispettino alle 15,00 in punto comincia a circolare questo tanto atteso video…. Sin da subito sembra che l’attecchimento sia stato contagioso. Gente del network impazzita e divertita… Immediatamente scattano le condivisioni, i tag (sulla mia bacheca credo sia stato inserito il video una ventina di volte nel giro di due giorni), le innumerevoli richieste di amicizia e di messaggi privati per condividere la gioia. C’è un clima di festa, di ilarità, si parla di inno NATZIONALE. Le tv locali, regionali e le testate giornalistiche vogliono sapere, vogliono diffondere… Tutti noi abbiamo vissuto inconsapevolmente un momento di gloria. Inaspettato, ma riflettendoci bene, ATTESO dalla popolazione Campobassana, molisana. La formula vincente di “U VI U LARD U VUO’” è stata la NON OFFESA, la NON VOLGARITA’, la leggerezza e la goliardica serietà nell’esporre temi così cari a noi molisani come quelli culinari. Probabilmente  avevamo bisogno di sorridere, di gioire, di sentirci parte di una terra, di una famiglia, spesso bistrattata e dimenticata… La crisi per un attimo è stata dimenticata. Il Natale 2013 credo sia stato diverso per i molisani che hanno passato le vacanze dinanzi uno schermo. Per quanto riguarda il riscontro personale della sottoscritta, devo dire che è stato bello farsi fermare dalla gente e farsi fare complimenti per la buona riuscita del prodotto. Giovani, bambini, anziani. Tutti. Per me che canto da 10 anni, che faccio questo di professione, e che investo tutte le mie energie nella musica è stato un Natale speciale.

Durante i miei concerti successivi all’ “uscita” del brano mi è capitato sempre che qualcuno mi chiedesse: “ma poi me la canti quella dei cicoli?”…

23 dicembre 2013

L’apoteosi si raggiunge durante la festa di Molise Natzione, quando centinaia di persone cantano  a memoria tutte le parole di “U VI U LARD U VUO’”… Emozione palpabile da parte di tutti noi presenti.

1 febbraio 2014

30.040 visualizzazioni. Commossa e orgogliosa di aver detto si a Pietro quel 24 ottobre.

http://www.youtube.com/watch?v=EUFDSu4_rhI

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Aziende in Molise »

error: