ROCCAMANDOLFI – Ragazza di 16 anni in fuga d’amore, rintracciata dai carabinieri

Blackberries Venafro

ROCCAMANDOLFI. Interrotta dai carabinieri la fuga d’amore di una sedicenne, che aveva lasciato la propria famiglia per andare a vivere con il suo ragazzo, anch’egli minorenne (un pastorello di 17 anni e origini rumene). Ma il loro sogno di vita in comune è durato pochi giorni, il tempo necessario ai militari dell’Arma di rintracciarli. Una roulotte nascosta nelle campagne, un gregge e null’altro sono stati gli “ingredienti della felicità” dei due minori. Almeno fin quando non sono arrivati i carabinieri che hanno posto fine alla love story, riconsegnando la ragazzina ai genitori. Nei guai è finito il datore di lavoro del 17enne (non lo aveva assunto) denunciato per sfruttamento di lavoro minorile. Trattasi di un allevatore di Roccamandolfi. E’ l’unico italiano della vicenda, in quanto la sedicenne (Andrea) e il suo innamorato (George) sono immigrati di origini rumene. Della questione si sono occupati i carabinieri della stazione di Teano, guidati dal maresciallo Forziati, dal momento che la “capanna” dei due “piccioncini” sostava proprio nelle campagne della limitrofa Campania. L’allarme era scattato alcuni giorni fa, quando la sedicenne aveva lasciato la casa di Polistena, in provincia di Reggio Calabria. I carabinieri imboccano la pista giusta quando il telefono cellulare della giovane ha agganciato una cella in territorio teanese. I militari dell’arma riescono così ad individuare i due innamorati e li rintracciano mentre seguono un grosso gregge di pecore che sta pascolando in zona. Gli animali appartengono proprio all’allevatore di Roccamondolfi successivamente denunciato, il quale nella stagione invernale porta il suo gregge nella pianura casertana, essendo i monti del Matese troppo freddi e spesso innevati. Andrea e George vengono prelevati e consegnati a due case famiglie, in attesa dell’arrivo delle rispettive famiglie. La sedicenne però non vuole sentire ragioni e manifesta più volte l’intenzione di “evadere”. Solo la professionalità del personale riesce ad evitare una nuova fuga. Intanto il padre, che era  partito dalla Calabria nell’immediatezza del ritrovamento, raggiunge Teano e  riporta a casa la sua Andrea. Chi ha conosciuto i due ragazzi  giura che la vicenda non finirà in questo e modo e ben presto i due, in un modo o nell’altro, torneranno a stare insieme.

Angelo Bucci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!