VENAFRO – Ospedale “Santissimo Rosario”, il grande malato

eventi tenuta santa cristina venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro

VENAFRO. Sulla situazione di penosa agonia in cui versa l’ospedale civile di Venafro, registriamo l’intervento dell’ex assessore comunale Tonino Atella:

Ss. Rosario di Venafro, ovvero il “grande malato” ! E’ la cruda realtà dell’attualità cittadina, nonostante gl’incontri, i vertici, le assemblee, i documenti, le prese di posizione, gli scontri dialettici e tant’altro per cercare di risollevare la struttura sanitaria di via Colonia Giulia dal buco profondo in cui è stata sbattuta (!) e dal quale non pare in grado di uscire con le proprie (ridottissime) forze. Le cifre, non ufficiali, dei ricoveri del 2013 confrontati con quelle degli anni precedenti attestano l’implosione del nosocomio venafrano : meno di 2.000 ricoveri nell’anno appena concluso, contro gli 8.000 di media delle annualità precedenti. Una contrazione del 75%, indiscutibile arretramento del complesso ! Il raffronto è impietoso ed attesta il netto declassamento dell’ospedale venafrano in termini di servizi e di offerta, e di conseguenza il calo irreversibile della domanda. Questa, è lapalissiano, sin troppo ovvio per dirla alla francese, intanto è sparita approdando altrove in quanto il SS Rosario non offre più le garanzie, le sicurezze e le professionalità di un tempo, una volta chiusi reparti e unità, e andati altrove sanitari e specialisti. “Non ci sono più al SS Rosario -è il coro dei mancati utenti- prestazioni chirurgiche, rianimatori, anestesisti, medici, pronto soccorso, rianimazione ect. di cui il nosocomio era dotato e rinomato, per cui non ci è rimasto altro da fare che rivolgerci ad altre strutture, maggiormente dotate e più sicure, perché con la salute non si scherza. Ed al SS Rosario purtroppo i margini di tranquillità e sicurezza sono ridottissimi !”. Ma non è tutto, perché la “piaga” -leggi calo di offerta e ricoveri-  è destinata ad allargarsi sentite le accalorate ed impietose dichiarazioni dell’ortopedico/traumatologico Enzo Bianchi, di fatto l’ultimo chirurgo ortopedico/traumatologico rimasto ad operare al SS Rosario. Il professionista ha comunicato la propria definitiva decisione di non continuare ad operare al nosocomio venafrano, in assenza dei requisiti minimi di sicurezza per i pazienti e tranquillità per se stesso. Ergo l’ospedale venafrano, che a questo punto non può più definirsi  “ospedale” ma tutt’altra cosa di assai più contenuta portata, è destinato nel breve a perdere ulteriormente colpi, una volta sparita anche ortopedia/traumatologia, l’ultima unità che era rimasta a “tirare” assieme a medicina e fisiatria/riabilitazione. Ci si continuerà quindi ad accapigliarsi attorno al  nosocomio venafrano, ma il suo destino appare ormai segnato. Il SS Rosario, l’ospedale di una volta, non c’è più, ed al suo posto sono subentrati servizi parziali, ridotti ed insufficienti. Questo spiega il deserto di camerate, reparti e corridoi a partire dal primo pomeriggio, una volta svuotatisi di gente al mattino ambulatori e laboratori. Una triste e dura constatazione come molisani dell’estremo ovest della regione, nient’affatto sicuri e garantiti in termini di assistenza, interventi ed urgenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Maison Du Café Venafro
colacem
panettone di caprio
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
pasticceria Di Caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Futuro Molise
colacem
pasticceria Di Caprio
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • DIFFERENZIATA IN CITTA’ – In consiglio ha riferito l’assessore Cretella

    by on
    CAMPOBASSO – Reportage sulla raccolta differenziata in città, l’illustrazione di situazioni e dati è stata fatta in Consiglio comunale dall’assessore all’ambiente Simone Cretella sulla scorta di un’interpellanza del consigliere della Lega Pascale “Nell’anno 2019 – ha dettagliato Cretella – è…
  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: