CAMPOBASSO – Shock al terminal bus, anziano signore abusa di una ragazza

Blackberries Venafro

CAMPOBASSO. Una scena shoccante quella cui hanno dovuto assistere, loro malgrado, un gruppo di giovani al terminal bus di Campobasso. Fermi ad attendere i pullman che li avrebbero ricondotti a casa dopo le lezioni, gli studenti si sono avveduti, con ribrezzo, di quanto stava accadendo: sotto i loro occhi un anziano signore consumava pubblicamente atti osceni, approfittando di una ragazza. Probabilmente gli autori dell’insana vicenda, non del tutto capaci di discernere la  gravità dell’atto del quale si stavano rendendo protagonisti, nemmeno si sono avveduti dell’imbarazzo e dello sdegno che stavano suscitando nell’animo dei presenti.

“L’accaduto, tuttavia –evidenzia il giovane che ci ha segnalato il fatto-, dimostra quanto sia ormai preoccupante il livello di abbandono e degrado sociale di questa città. Sono i frutti, non certo edificanti, del cattivo esempio e dello scarso impegno che giungono dai nostri amministratori. Campobasso –continua il giovane- potrebbe essere una cittadina bella e pulita, invece va sempre peggio. Il terminal bus versa nell’abbandono totale e questa scabrosa vicenda costituisce la riprova dell’assenza di quanti sarebbero chiamati a gestire la cosa pubblica”.

Claudia Mistichelli

6 comments on CAMPOBASSO – Shock al terminal bus, anziano signore abusa di una ragazza

  1. maria
    / Reply

    e loro da bravi ragazzi sono restati a guardare?????

  2. Fabrizio
    / Reply

    Ma non Ho capito bene se si sia trattato di un abuso o meno.. Nell’articolo non si capisce

  3. Vincenzo
    / Reply

    Non è ben chiaro questo articolo, dal titolo “abusa” sembrerebbe si trattasse di qualcosa che si avvicina allo stupro e alla pedofilia. dalle parole della seconda metà dell’articolo, sembrerebbe che la ragazza fosse consensiente, quindi la cosa sarebbe ridotta a un po’ di eccessive effusioni che fanno scandalo data la differente età, solo in una piccola città bigotta.

  4. Redazione
    / Reply

    Ovvio che deve essere la Legge (ammesso che qualcuno decida di avviare delle indagini) ad acclarare se di vero abuso si sia trattato o “semplicemente” di atti osceni in luogo pubblico. In ogni caso, trattandosi di una ragazza non del tutto in grado di autodeterminarsi, la vicenda assume toni ancora più preoccupanti. Se della situazione di questa giovane donna sono al corrente anche le istituzioni, perché nessuno la tutela? Perché viene lasciata nelle “grinfie” di persone anziane che la inducono a compiere determinati atti?

  5. Luis
    / Reply

    Io so che la ragazza è minorenne e giuridicamente non è capace di intendere e di volere dato le sue condizioni mentali, ma i genitori dov’erano?

  6. Redazione
    / Reply

    Non solo dov’erano i genitori, ma anche dov’erano e dove sono gli assistenti sociali, dov’erano e dove sono gli amministratori comunali, dov’erano e dove sono le forze dell’ordine. Tutti sanno delle condizioni di questa ragazza, ma nessuno si adopera per restituirle una vita decente. Fosse accaduto in una grande città, magari la questione poteva anche “sfuggire”, ma che cose del genere accadano a Campobasso (dove tutti conoscono tutti) francamente appare inaccettabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubbilicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: Content is protected !!