VENAFRO – Pallacanestro Monteroni vs Farmacia Sardella Venafro: 83 – 81

Blackberries Venafro

CAMPIONATO DI DNB. GIRONE D.

GARA DEL 16/02/2014.

DICIANNOVESIMA GIORNATA.

PALLACANESTRO MONTERONI-FARMACIA SARDELLA VENAFRO:  83-81d1ts

Parziali: 15-19/38-41/51-58/74-74

MONTERONI: Ingrosso 5, Paiano 18, Provenzano 24, Errico 9, Spada 8, Leucci , Di Giandomenico, De Giorgio 3, Brunetti 13, Martino 3. Allenatore: Quarta Gianluca.

FARMACIA SARDELLA VENAFRO: Cotugno , Bandera, Durante 2, Carrichiello 13 , Marinello 14  , Minchella 3, Ferraro 16, Tamburrini, Vergara 10, Petrazzuoli 15. Allenatore : Arturo Mascio.

Arbitri: William Raimondo e Lorenzo Lupelli.

Note: Antisportivo reciproco a Carrichiello(Venafro) e  De Giorgio( Monteroni); tecnico a Vergara(Venafro) e alla panchina del Venafro.

VENAFRO. Fatale ancora una volta il supplementare per la Farmacia Sardella Venafro che alla terza gara decisa all’extra-time (già successo in casa con Lanciano e Taranto) si vede prima recuperare dagli avversari per poi arrivare scarica ai 5 giri di lancette decisivi. Un vero peccato,soprattutto perché gli uomini di coach Mascio hanno questa volta in terra leccese dimostrato di volere e meritare la vittoria impostando un buon basket per almeno 25 minuti,coincisi con il massimo vantaggio a metà terzo quarto(+13 sul 43-56 a 4’24’’ dalla terza sirena). Ma la disperazione dei locali(che perdendo si sarebbero messi in un angolo) e il ricorso alla zona dispari da parte di coach Quarta hanno permesso ai pugliesi di rimettersi in scia per arrivare a mettere il pallone decisivo per il pareggio a 74 nelle mani di Provenzano segnalato anche per abbondanti 12 minuti in panca ad inizio secondo tempo. E il giocatore talentuoso di casa ha saputo infilare la tripla dai 9 metri a pochi respiri dalla sirena finale. Poi storia già vista. Con i venafrani che pagano dazio con l’uscita per falli di Carrichiello e Petrazzuoli,me che nonostante tutto a 90 secondi dalla fine riescono anche a costruirsi un +1 che però sempre il solito Provenzano riesce a distruggere con facilità, anche con un jumper forzato allo scadere dei 24’’ in chiusura di gara. Una maledizione per la truppa di patron Di Giovanni che per l’ennesima volta( leggi già Bernalda,Lanciano e Taranto in casa, e Madddaloni in trasferta) ha cestinato un referto rosa possibile e irripetibile. Ora fondamentali le prossime due partite,nella fattispecie in casa contro Maddaloni e Bisceglie. Con la certezza che la salvezza passa adesso per il Palapedemontana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!