POZZILLI – Individuata l’arma che ha ferito la cagnetta Lilly, è una calibro 22

POZZILLI. Si stringe il cerchio attorno al losco individuo che, nella notte tra il 13 e il 14 febbraio, ha preso a fucilate una cagnolina regolarmente registrata e “microchippata”. Da indiscrezioni raccolte nelle ultime ore, infatti, emerge un elemento che potrebbe inchiodare il vile autore dello sconsiderato gesto alle proprie responsabilità. Pare ormai acclarato, ma la certezza giungerà dalle perizie in atto, che la povera bestiola sia stata colpita da un proiettile calibro 22. Per fortuna le armi che sparano tali ogive (carabine o pistole) sono alquanto rare nella zona di Pozzilli e Venafro, ragione per cui gli inquirenti si dicono fiduciosi circa la possibilità di risolvere il caso. Lo squilibrato, che sarà chiamato a rispondere penalmente delle proprie azioni, rischia il carcere e pesanti ammende.

Intanto Lilly, questo il nome della sfortunata cagnetta, si è ripresa e ora si gode le meritate coccole dei suoi proprietari. Nonostante abbia perso la zampa posteriore sinistra, ha ripreso a camminare e saltella su e giù per il giardino di casa. Certo ha ancora negli occhi il terrore di quella notte, ma col tempo tale spiacevole ricordo tenderà a sbiadire. Al momento, però, diffida molto degli estranei, specie di quelli che la prendono di “mira” con degli oggetti “strani”. Non a caso ha ringhiato con rabbia quando si è vista “puntare” contro l’obiettivo della fotocamera! Solo dopo le carezze tranquillizzanti del suo padrone si è lasciata fotografare.

cubic

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Scarica l’App Molise Network »

Pubbilicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

ARCHIVIO »

febbraio: 2014
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
2425262728  
error: Content is protected !!