JELSI – Filmini a luci rosse: “Sto zitto se mi paghi e ti concedi a me”. Condannato

Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
vaccino salva vita

JELSI. Pretendeva 5mila euro e prestazioni sessuali, diversamente non avrebbe mantenuto il segreto su quei filmini hard che la vedevano protagonista. La ragazza, un’ingenua 24enne di Jelsi, alla fine non è più riuscita a sopportare i ricatti del suo aguzzino ed ha denunciato il tutto alla Polizia. Nei guai è così finito un 36enne di Gildone, che ieri è stato condannato ad un anno e dieci mesi di reclusione dai giudici del Tribunale di Campobasso, per “tentata violenza sessuale”. La vittima, che si è costituita parte civile, è stata assistita dall’avvocato Nicolino Cristofaro.

Il calvario della 24enne era iniziato nel giugno del 2012.  Per “chiudere entrambi gli occhi” il 36enne di Gildone oltre al denaro pretendeva anche prestazioni sessuali. La ragazza, esasperata, finse di accettare. All’appuntamento a “luci rosse”, però, si recò accompagnata dai poliziotti. Quando il suo aguzzino iniziò a metterle le mani addosso, gli agenti saltarono fuori dai loro nascondigli e lo ammanettarono.

cubic

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
error: