VENAFRO – Donna “lasciata sola con debiti e figli”, la replica dell’ex compagno

Blackberries Venafro
Blackberries Venafro

VENAFRO. A seguito dell’articolo “Lasciata dal mio compagno, in un mare di debiti e con due figli”, pubblicato ieri nella sezione “cronaca” della nostra testata, abbiamo ricevuto la replica (che integralmente pubblichiamo) del compagno della donna in questione. Anch’egli, che ha tenuto ad evidenziare come in questa vicenda abbia subito “oltre al danno anche la beffa”, ha scelto di restare anonimo:

“Ho deciso di rispondere alla lettera della mia ex compagna non per scendere al suo basso livello, ma solo e soltanto per amore di verità e per i miei bambini. Quando ho conosciuto questa “signora”, non immaginavo fosse un’arrampicatrice sociale interessata solo ai miei soldi e al prestigio di cui avrebbe goduto stando al mio fianco. Per amore suo le ho trovato un lavoro e per l’amore che provavo per lei sono arrivati due splendidi bambini. Non immaginavo, però, che il mio amore e la mia generosità venissero ricambiati con bugie e continui tradimenti. Stento ancora ad accettare l’idea che quando questa donna lasciava i miei figli nel mio studio con la babysitter, non era per fare delle commissioni, bensì per trascorrere degli allegri pomeriggi con l’amante di turno. Non solo mi sono sentito umiliato nei rapporti con i miei colleghi, ma mi sono dovuto vergognare perfino con gli istruttori di nuoto dei miei figli, per ragioni che la “signora” in questione ben conosce.

Come padre soffro terribilmente perché, da madre disattenta e poco responsabile, mi allontana dai bambini impedendomi di vederli. Non oso immaginare il trauma che stanno vivendo i due bambini, non solo perché stanno lontani dal loro papà, ma anche perché vengono lasciati accudire da parenti ed amici, mentre la mamma continua a fare i suoi soliti “giretti”. Per quanto riguarda i debiti di cui si parla, tengo a precisare che sono stati contratti da entrambi, per soddisfare tutte le esigenze ed i capricci della “signora” da cui oggi sono stato accusato: ristoranti e vacanze di lusso, abiti, gioielli, orologi, borse di valore ed auto di grossa cilindrata con cui amava esibirsi.

Si è omesso anche di dire che con la vendita di tutto ciò e degli oggetti di grande valore di varia natura rimasti in possesso di questa donna, si potrebbe far fronte abbondantemente non solo all’estinzione dei debiti, ma anche ad un tenore di vita invidiabile (per altro da lei mantenuto) per almeno tre generazioni. Nei confronti dei miei figli ho sempre assolto ai miei doveri affettivi ed economici, con un congruo assegno di mantenimento (conservo le matrici degli assegni circolare emessi a suo nome) al di sopra di quello imposto dal tribunale.

Dopo tante umiliazioni ho ritrovato la voglia di vivere, di lavorare e di lottare per i miei tre figli, grazie anche al mio nuovo amore. Un amore sincero, pulito, disinteressato, “pane e pomodoro”, che non ha bisogno di anelli, viaggi e macchine lussuose. Un amore con la “A” maiuscola. Solo che a qualche persona ciò fa tanta rabbia, perché rappresenta tutto ciò che lei non è e non sarà mai. Per questo da colpire e da infangare. La mia più grande preghiera è che i miei figli un giorno possano valutare in maniera libera e oggettiva dove sia la verità”.

cubic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubbilicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

ARCHIVIO »

error: Content is protected !!