VENAFRO – La “Improbabile vita di mare” dell’artista e ambientalista Virginia Ricci

Blackberries Venafro

UNA MANO SOSTANZIALE ALL’AMBIENTE E AD UNA VITA PIU’ SALUTARE DAL RECENTE APPUNTAMENTO NATURALISTA ” 5 TONALITA’ DI VERDE “ PROMOSSO DALL’AMBIENTALISTA VIRGINIA RICCI ALL’OASI 2 LE MORTINE “ DI VENAFRO.

VENAFRO. Nel contributo del collega Tonino Atella, che volentieri ospitiamo sulle pagine del nostro giornale, il resoconto dell’evento “Cinque tonalità di verde” promosso dalla venafrana Virginia Ricci:

A margine ci sono state anche spunti polemici e “becchate” di parte (leggi, critiche dure), ma a Virginia Ricci, ideatrice/promotrice di “ Cinque Tonalità di Verde”, appuntamento naturalista svoltosi all’Oasi “Le Mortine” di Venafro, interessa tutt’altro. “Sono soddisfatta di quanto è stato detto e della partecipazione -asserisce la donna- a dimostrazione che i temi dell’ambiente e della sua tutela e conservazione in vista di una vita più salutare ed a misura di essere vivente sono sempre più avvertiti e sentiti dall’opinione pubblica. Occorre riscoprire e valorizzare determinati sistema esistenziali, camminando in parallelo con la natura che ci circonda. Con “Cinque Tonalità di Verde” è stato gettato un seme prezioso ed interessante. Sta adesso a noi tutti raccoglierne insegnamento e messaggi per ottenere i frutti sperati”. E veniamo alla conferenza ambientalista de “Le Mortine”, agli oratori succedutisi, ai temi trattati ed alle mostre allestite con materiale riciclato. Ha aperto G. Damiani sul tema “Ci stiano inimicando la pioggia”, dicendo del processo di destabilizzazione del clima globale, causa le emissioni di gas serra derivanti da traffico, riscaldamento, stufe e deforestazione, cui ha fatto seguito N. Ciccarelli il quale si è soffermato su “Coscienza e responsabilità alle soglie di una nuova era” ed ha invitato all’autoproduzione di grani antichi ed ortaggi in vista di un’alimentazione più rispettosa della fisiologia umana. Ha poi preso la parola M.C. Giordano, intrattenutasi sul tema “Impressioni di donna” per sottolineare l’azione creativa di Virginia Ricci attraverso il riciclo ed il riuso che danno vita e dignità agli oggetti ; nella circostanza è stata presentata la mostra della stessa Ricci, che ha presentato tra l’altro “Improbabile vita di mare”, scultura dedicata al mare ed alla sua vita. Spazio quindi a G. Odoardi, che ha detto dell’ “Opportunità del compostaggio domestico”, mettendolo a confronto col servizio pubblico di raccolta ; trattenendo i rifiuti domestici, ha spiegato questi, è possibile trasformarlo in compost in pochi mesi per utilizzarlo in giardino, nell’orto ect., aumentando l’autostima. Ha concluso i lavori B. Castorina il quale si è intrattenuto sul tema “Dal vetiver e dai microrganismi la risposta per il risanamento dell’ambiente ; l’impiego del vetiver, pianta perenne, sempreverde e ricca di cellulosa molto utilizzato in tanti Paesi del mondo -ha spiegato l’oratore- previene i danni causati dal dissesto idrogeologico e consente il recupero delle zone disastrate. Il commento conclusivo di Virginia Ricci all’iniziativa da lei ideata e posta in essere : “E’ stata data a tutti l’opportunità di far proprio un sistema esistenziale in linea con la natura ed il suo rispetto. Mi auguro che in tanti raccolgano il messaggio, mettendolo in pratica”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubbilicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: Content is protected !!