VENAFRO – Compagnia teatrale Dietro Le Quinte, la recensione della scrittrice Maria Giusti

Blackberries Venafro

VENAFRO. Dalla scrittrice Maria Giusti riceviamo, e volentieri pubblichiamo, questa recensione sulla commedia “Click”, recentemente portata in scena dalla Compagnia teatrale Dietro le Quinte:

Una caratteristica unica  del teatro, del nostro “teatro” è il tetro buio della sala che non lascia molto spazio all’occhio ma con  molta fantasia puoi immaginare di trovarti in un luogo accogliente e magari di essere seduto su una comoda poltrona, ma questo però con molta fantasia, ripeto. Poi, con l’aiuto della Compagnia teatrale “Dietro le quinte” tutto è possibile! Infatti, quando anche la tetra luce si spegne e inizia lo spettacolo ogni cosa cambia ai nostri occhi perché la “grande bellezza” che ci regalano gli attori ci porta in un luogo diverso, lontano. Tutto ciò però, è possibile solo grazie alla loro grande professionalità. Meriterebbero molto altro i nostri attori, perché di veri attori si tratta. Non sono semplici teatranti ma sapienti artisti che ben conoscono la loro arte. Sono dei veri professionisti che non hanno nulla da invidiare ai grandi attori del teatro d’altri luoghi. Sono forse poco conosciuti al grande pubblico perché vivono qui, se vivessero altrove avrebbero avuto di certo occasioni migliori per farsi apprezzare. Gianni Di Chiaro, ne avrebbe avute di possibilità se avesse raggiunto altri lidi, e invece è rimasto qui, nella sua Venafro dimostrandole un amore  senza confini.  Per questo è andato sempre avanti nel suo lavoro, con passione e dedizione regalandoci meravigliose perle. Ancora una volta si è dovuto accontentare, si sono dovuti accontentare, di un teatro che di teatro sa ben poco. Questa è stata la volta di “Click”, commedia in due atti già portata in scena da un apprezzato duo comico napoletano ai quali nulla hanno da invidiare i nostri attori che, a mio modesto avviso, hanno superato i maestri, come spesso accade. Ottime le prove di tutti i protagonisti, precipitati perfettamente nella parte. Encomiabile Gianni sia nel ruolo di regista che nelle vesti di attore, ma ciò non rappresenta una sorpresa. Egualmente bravi tutti ma, concedetemi questa volta un plauso alle donne che hanno varcato la scena e, in particolar modo, all’ “anziana” del gruppo, Franca la Rocca che nel ruolo di Felicia è stata insuperabile, bravissima nei segni e brillante nella voce e, che dire della povera “brutta”, sposa interpretata da Filomena Iannacone, perfetta nella sua “raffinata bruttezza”. Ma bravi anche la debuttante Rossella Amore e  Franco Elcino apprezzato interprete del povero prete. A Daniele Coletta invece, un elogio grandissimo che nell’interpretare Damiano ha semplicemente dimenticato se stesso!  Grazie a  tutti coloro  che hanno lavorato dietro le quinte,  alla truccatrice Maria che è riuscita a rendere veramente brutta la povera Filomena. Io sono orgogliosa di voi, Venafro è orgogliosa di voi, ragazzi. Vi abbraccio di cuore e chissà, forse un giorno Gianni avrà il teatro che si merita!

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!