VENAFRO – Al Liceo Classico la rivalutazione di D’Annunzio, uomo, soldato e poeta

Blackberries Venafro

VENAFRO. Volentieri pubblichiamo questo contributo del collega Tonino Atella sul convegno, incentrato sulla figura di Gabriele D’Annunzio, svoltosi al Liceo Classico “Giordano” di Venafro: 

Bella mattinata culturale al liceo classico “Giordano” di Venafro per dire di “Gabriele D’Annunzio e la prima guerra mondiale”, tema che ha visto le partecipazioni quale relatori della dott.ssa Cinzia Dalmaso, del gen. Agostino Pedone e del prof. Franco Tamascia, che hanno catturato l’attenzione di studenti, dirigente scolastico, docenti ed esponenti venafrani della cultura con la loro dotta ed esaustiva esposizione sul “Vate”, Gabriele D’Annunzio, decantandone pregi, qualità, spessore culturale, amore per la Patria, passione per la vita, disinteresse per traguardi personalistici e spiccata propensione per il progresso di tutti. L’ha fatto in particolare il prof. Tamascia colloquiando con gli studenti umanistici, decantando loro i versi di D’Annunzio e di altri poeti, sottolineando l’attaccamento del poeta abruzzese per gl’ideali e i valori della pace tra gli uomini nonostante la sua convinta e ferma partecipazione al primo conflitto mondiale quale soldato anche di trincea, “un male purtroppo necessario, la guerra, -secondo il pensiero del Vate, hanno riferito i relatori- perché sbocciasse il fiore del bene, la pace”. Quindi il “superuomo” di D’Annunzio, secondo Tamascia ; “non alla Nietzsche, da essere presunto superiore rispetto agli altri, -è stato detto- ma volendo significare che l’uomo deve tendere per natura alle più alte vette nell’interesse collettivo, giusta la ragione vera e primaria della propria esistenza”. Un poeta quindi, Gabriele D’Annunzio, oggi pienamente rivalutato come uomo, come letterato e come poeta, dopo i colpevoli accantonamenti dei decenni addietro, e che le nuove generazioni studiano ed approfondiscono ben volentieri, alla luce della sua filosofia di vita e del proprio pensiero poetico. In conclusione d’incontro ci sono state le domande poste dagli studenti, alle quali i relatori hanno fornito risposte e delucidazioni assolutamente esaurienti, asserendo al termine “è un valido uditorio questo di fronte a noi -è stato detto all’indirizzo degli studenti del “Giordano” di Venafro- che denota piacere di ascoltare e desiderio di apprendere. Proseguite su tale strada, consapevoli che dopo la maturità inizierà per ciascuno di voi il vero esame della vita !”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!