WEB – Dalla “rete” un segnale forte e chiaro: l’antipolitica dilaga, mentre “tirano” la cronaca e il gossip

5x1000 Neuromed
Assicurazioni Fabrizio Siravo
Panificio Di Mambro Venafro
franchitti interiors

WEB. Ben volentieri pubblichiamo questa analisi del collega Tonino Atella, incentrata sugli orientamenti degli internauti in materia di informazione:

Un dato emerge chiarissimo dal web, in particolare dai giornali on line cliccati dai lettori : l’antipolitica emerge sempre più, inchiodando decisamente al palo la politica dei nostri giorni, meglio “certa” politica che nulla e niente ha a che fare coi problemi quotidiani della gente e le loro attese giornaliere, ossia lavoro, futuro dei figli, certezze ed economia. I lettori dell’informazione on line prediligono all’80% (!!!) gossip, nera e rosa, appena il 9% legge notizie di politica, mentre il resto non vuol saperne proprio di niente, evidentemente perché stanco e deluso da tante situazioni ed altrettanti personaggi, in conclusione disincantato oltre misura ! Gl’interessi dell’opinione pubblica quindi cambiano radicalmente e, mentre sino a qualche lustro/decennio addietro “faceva testo” o ”faceva opinione”, come si preferisce, quanto asseriva questi o quell’altro esponente politico o quanto avveniva nell’ambito politico di periferia come di centro, evidentemente perché le situazioni e gl’interpreti di allora erano meritevoli di credito ed attenzioni, oggi la gente ha dirottato altrove : appunto gossip, notizie “forti”, nera, rosa e dintorni, mentre di politica non vuol sentirne parlare, né ama leggerne. L’antipolitica quindi come elemento dominante e predominante di questo inizio di terzo millennio a significare due cose : innanzitutto le mentalità che cambiano, subito dopo il credito assai relativo della politica dei nostri tempi e dei suoi attori protagonisti ! Si replicherà : “non è certo un dato confortante che l’80% delle persone che leggono, ascoltano e s’informano vogliano sapere solo di nera, rosa, gossip e similari, ossia di contenuti dal modesto tasso socio/culturale. Che società sarà quella futura se ci s’interessa soltanto di tali tematiche ?”. Conveniamo senz’altro su tali sconfortanti considerazioni, ma a questo punto occorre doverosamente chiedersi : la colpa di chi è ? Vuoi vedere che è proprio della politica di questi tempi, e di chi la interpreta ? Non sarà che tutto il resto è nient’affatto o relativamente credibile ed affidabile, tanto da spingere gran parte dell’opinione pubblica nelle braccia di temi come il sangue, i delitti, la cronaca nera, quella rosa ed il gossip ? Perché è esattamente quì il nocciolo della questione : perché la gente è ormai abbondantemente per l’antipolitica ? Se rifiuta la politica, come di fatto avviene nella stragrande maggioranza dei casi, è colpa del cittadino o del politico, dell’amministratore che incarna le istituzioni tanto in periferia che al centro ? Mentre piace lasciare a chi legge tali domande perché rifletta, è da ribadire che l’antipolitica oggi giorno la fa da padrone e tanto deve far riflettere ! Se è vero, com’è vero, che abbiamo bisogno di contenuti di tutt’altro spessore, e non certo di gossip, nera e similari, è altrettanto vero che abbiamo bisogno di tutt’altra politica ! Altrimenti, non lamentiamoci se l’antipolitica la fa da padrone !

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

PUBBLICITA’ »

Colacem
franchitti interiors

PUBBLICITA’ »

Scarica l’App Molise Network »

Colacem
franchitti interiors
error: Content is protected !!