VENAFRO – Cani, sanzioni in arrivo per i proprietari che non si armano di paletta e sacchetti

Blackberries Venafro

VENAFRO. Non se ne può più. In alcune zone della città, basti menzionare la trafficata via Maria Pia di Savoia, per procedere sui marciapiedi occorre compiere degli “slalom” nel tentativo di evitare i “ricordini” lasciati dai cani. Non ne hanno colpa, ovviamente, i fedeli quadrupedi, ma non altrettanto si può dire dei loro proprietari. Le proteste sono servite ad attivare gli amministratori comunali… i dettagli nel contributo inviatoci dal collega Tonino Atella:

Tanto tuonò, che piovve ! Così un rinomato detto per dire che in presenza di continuative e motivate proteste, contrarietà e disappunto popolari, finalmente  si decide d’intervenire. Ed è proprio quanto fatto dal Comune di Venafro che, sommerso da “fulmini e saette”, leggi contrarietà della gente in materia di “cacchine” dei cani a terra, ha appena deciso che d’ora in avanti non sarà più possibile lasciare su strade, piazze, marciapiedi, verde pubblico, nei pressi di parco giochi o di monumenti le deiezioni dei cani di proprietà, ma occorre rimuoverle, pena pesanti sanzioni pecuniarie anche di 150 euro ed oltre ! Dopo tantissime ed assai motivate proteste della gente comune, stanca di dover “saltare”o scansare  deiezioni canine un po’ dappertutto nell’abitato cittadino, frutto della inciviltà di tanti (per fortuna non di tutti !) proprietari degli “amici dell’uomo”, finalmente quindi arriva l’ordinanza municipale che nel sottolineare il triste fenomeno degli escrementi canini su strade, piazze, marciapiedi e verde pubblico, e nel rimarcare i pericoli alla salute che possono derivarne nonché “lo schiaffo” all’immagine, alla pulizia ed al decoro della città, invita i possessori di cani ad adeguarsi alle nuove disposizioni, ad uscire di casa con l’attrezzatura idonea a raccogliere le deiezioni, a mettere la museruola ai cani di tipo aggressivo ed a portare a guinzaglio i propri animali, senza lasciarli liberi tra la gente. I trasgressori, avvisa il Comune, saranno puniti e sanzionati anche con cifre di 150 euro ed oltre. La domanda di molti  : a chi spetta mettere in atto e far rispettare l’ordinanza in materia di tenuta dei cani e raccolta delle loro deiezioni ? E’ ovvio che il compito è della Polizia Municipale, attesa ad un ruolo determinante al riguardo. Fermo restando la sanzione pecuniaria come  estrema “ratio”, ossia come soluzione estrema nei confronti di coloro che assolutamente non intendono adeguarsi alle norme preferendo continuare ad insozzare in lungo ed in largo l’abitato urbano quale risultato della loro stessa inciviltà e ineducazione, è necessaria soprattutto l’azione preventiva di controllo e monitoraggio dei Vigili Urbani di Venafro. Questo perché il cittadino possessore di cane venga dissuaso ed educato ad un maggiore e continuativo rispetto dell’ambiente, del prossimo e della proprietà tanto pubblica che privata. Perciò i venafrani si affidano alla loro Polizia Municipale affinché si dissuadano i possessori di cani a lasciare a terra le deiezioni dei loro “amici”, provvedendo a raccogliere per tenere pulito, accogliente e in ordine strade, piazze e quartieri della loro cittadina. L’augurio di molti è che adesso, dopo le parole scritte, seguano i fatti concreti, ivi comprese contravvenzioni e sanzioni verso gli irriducibili trasgressori, o sporcaccioni che dir si voglia, unico rimedio perché Venafro, dimenticate deiezioni canine e l’inciviltà dei loro proprietari, torni pulita, decente e decorosa !

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!