VENAFRO. Lavatoio comunale off limits, casalinghe con i piedi in ammollo

Blackberries Venafro

VENAFRO. Nel contributo inviatoci dal collega Tonino Atella la segnalazione dello stato di impraticabilità del lavatoio comunale:

Un ennesimo ed imperdonabile “peccato” per la collettività venafrana, in particolare per le casalinghe che da generazioni amavano servirsi del lavatoio comunale di via Mulino per lavare il bucato di casa. La struttura,seppure bella e gradevole a vedersi, è ormai off limits per le donne di Venafro, in quanto è puntualmente sommersa da 10/20 cm. d’acqua del vicino fiume San Bartolomeo, che sorge proprio a due passi e che da secoli alimenta con le proprie acque l’impianto che appunto le massaie del posto usano utilizzare per lavare coperte, panni e indumenti di casa. Ebbene purtroppo tutto questo non è più possibile, in quanto il corridoio centrale di tale lavatoio è sistematicamente sott’acqua, sommerso da tantissima acqua proveniente dal San Bartolomeo, acqua che penetra nella struttura, la invade e di fatto impedisce alle casalinghe di restare lì a lavare il bucato di casa, a meno che non si voglia restare per ore coi piedi sommersi in 10/20 cm. d’acqua ! La stranezza è ancora più incredibile ed inammissibile, in quanto tale lavatoio pubblico -che risale ai primi decenni del secolo scorso- è stato appena ristrutturato e rinnovato grazie ai fondi della Regione Campania, quale “ristoro” per la captazione delle acque sorgive venafrane in favore delle popolazioni campane.  Ed allora ci si chiede : cosa è stato combinato allo storico ed accogliente lavatoio pubblico di Venafro per ridurlo nelle condizioni attuali ? E’ un fatto naturale l’acqua che arriva dalle fondamenta, dal sottosuolo, come se si trattasse di acqua sorgiva, che “ribolle” in superficie ? Oppure è dovuto alla mano dell’uomo, che evidentemente è stato poco accorto negli interventi da farsi, finendo per rovinare funzionalità ed utilizzo del lavatoio cittadino ? Certo è che lo stato delle cose nella struttura in tema è tale da richiedere un intervento tecnico immediato da parte del Comune di Venafro, al fine di tornare ad offrire alla collettività cittadina, in primis alle casalinghe, un servizio senza problemi di sorta. Oggi, con l’inevitabile necessità d’ immergere i piedi in 10/20 cm. d’acqua per lavare il bucato di casa (ma sono in pochissime, ed a giusta ragione, le donne di Venafro che lo fanno), il lavatoio pubblico della città è sempre meno utilizzato e frequentato, con enorme peccato per la storia stessa della città !

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!