CAMPOBASSO – Frattura: “L’esistenza del Molise non va messa in discussione”

Blackberries Venafro

CAMPOBASSO. Sul tema (recentemente tornato in auge) della soppressione del Molise, accorpandone i pezzi alle regioni limitrofe, è intervenuto il governatore Paolo Frattura:

“Non è un fatto nuovo che per muovere contestazioni alla riforma dell’architettura istituzionale avanzata a livello centrale si menzioni la Regione Molise come esempio di esistenza ingiustificata, eppure ancora garantita dal Governo. Non è una novità che il Molise sia la citazione più abusata quando si ragiona sui costi non sostenibili tra apparato e politica.

L’ultimo ad esprimersi in questi termini, il presidente della Provincia di Firenze, Andrea Barducci. Nei giorni scorsi abbiamo letto una sua intervista critica sulla soppressione delle Province. Perché il Governo Renzi le taglia, mentre resta in piedi una regione come il Molise?, chiedeva l’ex presidente dell’ex Provincia di Firenze.

A Barducci, come ai tanti che sempre più spesso ironizzano, spavaldi, sul nostro Molise, forse è arrivato il momento di spiegare qualcosa. Ad esempio che parlare di 3.514 chilometri quadrati con 989 mila abitanti, distribuiti in 44 comuni, con oltre il 50 percento nella sola città di Firenze, è evidentemente qualcosa di diverso che parlare di Regioni che al pari della Toscana e al pari della Provincia di Firenze accettano la scommessa dei costi standard, pur disponendo di un territorio di 4.400 chilometri quadrati con 320 mila abitanti distribuiti in 136 comuni.

Questa scommessa, che noi abbiamo accettato e che vogliamo vincere, sta nelle buone pratiche, applicate ovunque, a beneficio di cittadini, imprese e territorio, sta nella dimostrazione di come è possibile, in un anno appena, raddrizzare un bilancio devastato dalle esposizioni finanziarie, rinegoziare le emissioni obbligazionarie, ricostruire residui attivi e passivi e così via dicendo.

Questa scommessa risponde alle cose fatte in un solo anno di governo, a tutto quanto abbiamo messo in campo tra mille difficoltà. E a quanto sapremo mettere in campo in termini di offerta sanitaria e riorganizzazione dei servizi, di programmazione comunitaria, di sostegno alle imprese e di politiche per i giovani. Probabilmente a livello centrale bisognerebbe semmai valutare il caso di premiare la differenza che si riesce a realizzare nei fatti nell’arco di mesi piuttosto che focalizzarsi su un dato che certo non ci mette al pari di altre Regioni che hanno altro livello e altro punto di partenza. Così per mettere via una volta per tutte le inutili facili ironie. Almeno questo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubbilicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: Content is protected !!