VENAFRO – “Santissimo Rosario”, decretata a Roma la morte dell’ospedale?

Blackberries Venafro

VENAFRO. In fibrillazione medici e paramedici del “Santissimo Rosario”. Nel pomeriggio, infatti, ha iniziato a circolare la notizia della definitiva “cancellazione” della struttura ospedaliera, decretata in qualche palazzo ministeriale della capitale. Al momento non vi è nulla di ufficiale, ma tanto è bastato a suscitare un’ondata di “panico” tra quanti, a vario titolo, operano presso il nosocomio venafrano.

Al riguardo abbiamo sentito il primario Enzo Bianchi, il quale ha dichiarato: “Non ne so niente, anche se la cosa non mi sorprenderebbe più di tanto. L’ospedale -ha rimarcato il noto chirurgo ortopedico- è già morto da tempo. A meno che non si voglia continuare, per mera operazione di facciata, a chiamare ospedale una struttura fatiscente, che difetta dei servizi essenziali e che non è nelle condizioni di fornire ai degenti quelle garanzie minime richieste dalle norme di legge, oltre che dalla stessa deontologia professionale”.

Parole durissime quelle di Enzo Bianchi, che anche nel recente passato ha manifestato tutta la propria rabbia ed il proprio disappunto per le condizioni in cui è costretto ad operare. In assenza del reparto di rianimazione, infatti, i delicati interventi chirurgici che esegue quotidianamente presentano, inevitabilmente, un altissimo margine di rischio. “Così non è possibile continuare -ha concluso Bianchi-, decidessero una volta per tutte cosa farne di questa struttura”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubbilicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: Content is protected !!