VENAFRO – 127° anniversario della nascita di Padre Pio, nella lampada l’olio venafrano

ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro
pasta La Molisana
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
faga gioielli venafro isernia cassino

VENAFRO. Il 25 Maggio prossimo, con solenne cerimonia, sarà celebrata a Pietrelcina il 127° anniversario della nascita di Padre Pio. Il rito prevede l’accensione di una lampada alimentata dall’olio donato da un Comune d’Italia. “Quest’anno -ha rimarcato l’assessore Angelamaria Tommasone- la scelta è caduta sul Comune di Venafro. Per la nostra Città è un onore altissimo, non solo per il profondo valore e significato del Santo, ma ancora di più perché Venafro ha ospitato nel 1911 e per quaranta giorni nel Convento dei Cappuccini, il Frate Santo. Il suo soggiorno nella nostra Città è stata una preparazione alla santità futura. Di questo non solo l’Amministrazione ma l’intera popolazione è orgogliosa ed onorata e a questo onore si aggiunge l’altro e cioè quello che il Molise sta per ricevere la visita che Papa Francesco ha programmato per il prossimo 5 luglio. Sicuramente -ha concluso la Tommasone- la cerimonia sarà imponente e suggestiva, con la presenza di Sindaci, Amministrazioni Comunali della Provincia di Benevento ed Autorità varie provenienti da altre parti d’Italia e, pertanto invito la cittadinanza intera a partecipare numerosi all’evento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: