SESTO CAMPANO – Autovelox, il Giudice condanna il Comune a risarcire la multa

Blackberries Venafro
Blackberries Venafro

SESTO CAMPANO.  In data odierna (28 aprile 2014), il Giudice di Pace di Venafro, nella Causa n. 322/14, ha accolto ancora un ricorso contro l’autovelox di Sesto Campano ed ha condannato il Sindaco del Comune di Sesto Campano a rimborsare al ricorrente il contributo unificato. La notizia è stata diffusa da Feliciantonio Di Schiavi, dell’Associazione F.I.A.D.E.L., che ha anche tracciato un excursus della vicenda:

L’Associazione F.I.A.D.E.L. in data 09.11.2013 inviava una lettera al Sindaco ed alla Polizia Municipale di Sesto Campano per informarli che l’Autovelox a Postazione Fissa da loro installato lungo la SS. 85 in direzione Napoli era irregolare. Con la stessa lettera l’Associazione chiedeva al Prefetto di Isernia, al quale spetta il compito di vigilare, verificare, assicurare e garantire il corretto uso degli apparecchi per la rilevazione della velocità, di “ordinare la rimozione di quell’apparecchiatura”. Sennonché, il Prefetto ha, di fatto, continuato a garantire l’uso di quell’apparecchiatura anche dopo che il Giudice di Pace di Venafro con Sentenza n. 336/2014 accoglieva un nostro ricorso e sentenziava che quell’autovelox era illegittimo (proprio come avevamo detto noi).

A nulla sono valse le ulteriori proteste indirizzate sia al Sindaco di Sesto Campano che al Prefetto di Isernia. Ebbene, in data odierna 28.04.2014, il Giudice di Pace di Venafro, nella Causa n. 322/14, ha accolto ancora un nostro ricorso contro quell’autovelox e questa volta ha condannato il Sindaco del Comune di Sesto Campano a rimborsare al ricorrente il contributo unificato ovvero Euro 37,00. La condanna è giustamente arrivata a seguito della perseveranza da parte del Sindaco di Sesto Campano che ancora oggi tiene in vita un Autovelox che come avevamo rilevato noi e come sentenziato dal Giudice è illegittimo/abusivo.

Alla luce di tale sentenza, saggia e giusta, questa Associazione chiede al Sindaco di pagare di persona, di rimuovere immediatamente quell’autovelox e di restituire i soldi ai cittadini che confidando nella buona fede della pubblica amministrazione hanno pagato per i verbali ricevuti. Riguardo al comportamento della Prefettura di Isernia esprimiamo il nostro disappunto con le dovute eccezioni per il Vice Prefetto Vicario Dott.ssa Caterina Valente perché costei quando ha rivestito il ruolo di Prefetto F.F. lo ha fatto con competenza e professionalità, dimostrando sempre la sua vicinanza alla gente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubbilicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

ARCHIVIO »

aprile: 2014
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Pubblicità »

error: Content is protected !!