VENAFRO – Festa di San Nicandro, concerto di Dodi Battaglia il 17 giugno

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
Maison Du Café Venafro
DR 5.0 Promozione
DR F35 Promozione
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana

VENAFRO. Presieduto anche quest’anno dall’infaticabile Ernesto Cardarelli, il comitato organizzatore della Festa di San Nicandro è alacremente al lavoro. Ce ne riferisce il collega Tonino Atella: 

Da pochi giorni è al lavoro a Venafro il Comitato organizzatore della cosiddetta e storica “Festa di San Nicandro”, il trittico festivo dal 16 al 18 giugno in onore dei SS. Martiri Nicandro, Marciano e Daria, appuntamento principe dell’anno. Come avviene da qualche anno tali festività saranno precedute domenica 15 giugno (h 20,30) dal “ Concerto per un Martirio “, serata artistica in piazza Cimorelli promossa dal movimento “I Venafrani per Venafro” d’intesa col Comitato festa al fine di conferire il giusto tono culturale alla ricorrenze celebrative in ricordo dei Santi Martiri di Venafro. In breve la storia di Nicandro, Marciano e Daria : i primi due erano fratelli originari di territori orientali colonizzati dai romani ed alti ufficiali dell’esercito romano, mentre la donna era la moglie di Nicandro. I due militari, al comando dei loro drappelli, vennero mandati nell’importante colonia romana di Venaphrum per riportarla al paganesimo, essendosene la popolazione locale allontanata per abbracciare la nuova dottrina cristiana. Una volta a Venafro però Nicandro e Marciano, col sostegno morale di Daria, si convertirono a loro volta al Cristianesimo affrontando con coraggio e determinazione la lama del boia (303 d.C.), mentre Daria – in quanto donna e secondo il costume dell’epoca- venne immolata in data successiva. Aldina, moglie di Marciano, cercò in tutti i modi ma senza riuscirvi di dissuadere il marito ricordandogli gli onori cui rinunciava e gli affetti filiari. I resti mortali di Nicandro e Marciano vennero sepolti nel cimitero militare romano alle porte orientali di Venafro, dove secoli dopo la comunità cristiana eresse la Basilica di San Nicandro giusto sulla tomba del Martire, oggi Patrono di Venafro e Protettore della Diocesi d’Isernia/Venafro. Di siffatti esempi di attaccamento e fede alla dottrina cristiana, Venafro da secoli celebra importanza e ricordo, adoperandosi per celebrazioni religiose e festeggiamenti civili. Quest’anno il Comitato, presieduto dal presidente della Pro Loco Ernesto Cardarelli e composto in prevalenza da donne, intende fare come da tradizione le cose in grande perché la festa sia ben accetta, seguita, partecipata e gradita alla massa sia di Venafro che dei Comuni limitrofi. Questi gli appuntamenti religiosi e civili di spicco : lunedì 16 giugno giri bandistici per la città e a sera in piazza Cimorelli concerto di violini e mandolini con repertorio classico napoletano. Martedì 17 giugno, San Nicandro, giri bandistici, alle h 11,00 Pontificale in Basilica con l’offerta di chiavi e ceri, e in serata (h 22,00) in piazza D’Acquisto (Ufficio Postale) spettacolo musicale con Dodi Battaglia, cantante dei Pooh, e la sua orchestra diretta dal M° Giuseppe Di Gioia. Juli (Giulia Saguatti) sarà la voce della serata. Mercoledì 18 giugno, il cui clou serale sarà la solenne e partecipatissima processione conclusiva di tutta la Festa di San Nicandro con partenza alle 20,00 dalla Basilica di San Nicandro ed arrivo a mezzanotte in Piazza Castello Pandone, il 18 giugno -si diceva- si aprirà col matinèe musicale (h 11,00) in piazza Cimorelli tenuto dal Gran Concerto Bandistico Città di Ailano e si chiuderà con gli spettacolari fuochi pirotecnici della ditta casertana Monfreda . Tale trittico festivo, come detto, sarà preceduto domenica 15 giugno (h. 20,30 in piazza Cimorelli) dal “ IV° Concerto per un Martirio “ promosso dal movimento “I Venafrani per Venafro”. Secondo indiscrezioni, ad esibirsi sul palco di Piazza Cimorelli sarà il giovane fisarmonicista di Spinete (Cb) Leonardo Prezioso, autentico virtuoso dello strumento. Il fisarmonicista presenterà un repertorio assai vasto per testimoniare l’evoluzione dello strumento nel corso dei secoli. Nella circostanza Prezioso proporrà al pubblico venafrano suonate classiche, brani internazionali assai rinomati ed il meglio del repertorio italiano e napoletano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
panettone artigianele natale di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: