VENAFRO – Via Capanna e incrocio di via Maria Pia in degrado, protestano i residenti

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
ristorante il monsignore venafro

VENAFRO. Nel contributo inviatoci dal collega Tonino Atella, che integralmente pubblichiamo, le condizioni di degrado di via Capanna e del pericoloso incrocio di via Maria Pia di Savoia:

Ci sono a Venafro due tratti stradali dalla pericolosità accertata, per i quali però incredibilmente nessuno si  adopera, nonostante che i problemi dipendano in maniera chiara dal pessimo stato di manutenzione di entrambi i siti. Parliamo di via Capanna, arteria trafficatissima portando alla piscina provinciale e a decine di abitazioni private, e dell’incrocio tra Lungorava e Via Maria Pia di Savoia, punto nevralgico della circolazione su gomma proveniente o diretta in pianura. Ebbene via Capanna, strada dalla larghezza ridotta tanto da indurre i residenti a richiedere al Comune l’istituzione del senso unico, in più punti ha … “perso” l’asfalto, portato via dagli agenti atmosferici, dall’intenso flusso veicolare, ma soprattutto dall’assenza della benché minima opera di manutenzione. Oggi infatti in determinati tratti l’asfalto di Via Capanna si è tanto consumato e ristretto  da non consentire il doppio senso di marcia, a meno che non si voglia rischiare di finire nei fossi laterali ! L’arteria cioè, nata come strada di bonifica larga 3-4 metri, attualmente ha manto asfaltato inferiore ai 2 metri di larghezza, con tutte le difficoltà e le conseguenze che ne derivano. Nonostante ciò, e pur in presenza di piscina provinciale, abitazioni private e continuo flusso veicolare giornaliero, nessuno si adopera per risolvere i problemi azzerando i pericoli. C’è solo, come detto, la richiesta dei residenti dell’istituzione del senso unico, data l’impossibilità di procedere nel doppio senso senza pericoli.  L’altro caso : l’incrocio del Lungorava con Via Maria Pia, all’altezza del “Ponte sul Rava”. E’ trafficatissimo da coloro che optano per il Lungorava per bypassare l’abitato cittadino, è passaggio obbligato per andare in pianura o rientrare a Venafro, ma il suo manto asfaltato è costellato di buche, fossi ed avvallamenti  micidiali, tant’è gl’incidenti automobilistici -taluni anche gravi- che vi si verificano in continuazione. Vetture, furgoni, moto, mezzi agricoli ect. vengono letteralmente sbalzati in aria o deviati una volta incappati nelle tante buche lì presenti, provocando scontri e feriti. Anche qui, purtroppo, assenza assoluta di interventi. Nessuno ripristina e ripara, al fine di garantire l’incolumità di pedoni ed utenti della strada. Servirà la presente segnalazione per indurre chi di competenza ad intervenire ? Speriamo … !

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: