VENAFRO – Carsic, il sindacato Confial tuona: “Adesso basta, fuori gli arretrati”

DR F35 Promozione
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
DR 5.0 Promozione
Maison Du Café Venafro
Smaltimenti Sud
ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro

VENAFRO. Volentieri pubblichiamo questo intervento del collega Tonino Atella sulla grave situazione venuta a crearsi all’Istituto Carsic di Venafro:

La vicenda Carsic di Venafro, coi 100 dipendenti che non ricevono stipendi dall’inizio dell’anno ossia da quattro mesi, pur continuando a garantire prestazioni e presenze (!), imbocca la strada del confronto deciso tra le parti in causa, vale a dire proprietà/lavoratori. E’ infatti categorica la Confial (Confederazione Italiana Autonoma Lavoratori) che nell’istituto di via Garibaldi tessera un quinto dei dipendenti : “Abbiamo collaborato responsabilmente e ci siamo adoperati -affermano Antonio Tedeschi, delegato Confial alla sanità, e Pietro Paolo Recco (Rsa)- per l’adeguamento Istat della retta di ricovero, giuste le richieste aziendali, a partire dal prossimo luglio. E’ quanto garantito dallo stesso Presidente Di Laura Frattura, d’intesa con l’assessore regionale ed il direttore alla sanità del Molise, nel corso degli incontri avvenuti in Regione. Alla luce di tale decisivo impegno della parte politica regionale, e quindi delle nuove entrate future per il Carsic, chiediamo la normalizzazione della situazione che si trascina da troppo tempo e che continua ad incidere negativamente su tutti i dipendenti dell’Istituto e sulle loro famiglie. Non è facile infatti vivere senza stipendi da ben quattro mesi !”. La posizione di Confial ed Rsa : “Non siamo più disponibili a dare ulteriore spazio e termini di slittamento a questa vertenza infinita del Carsic, così come non possiamo accettare l’accordo di solidarietà, la decurtazione del 10% dello stipendio e la mobilità proposti dalla proprietà”. Cosa chiedete praticamente ? “Il pagamento immediato di tutte le spettanze arretrate, -spiega Pietro Paolo Recco (Rsa)- puntualità dei pagamenti futuri e smaltimento delle ferie arretrate. Non possiamo convenire su tutto il resto perché incide negativamente sulla conservazione del posto di lavoro dei dipendenti e sul loro stesso sostentamento e su quelle delle proprie famiglie. Allo stato sussistono grosse difficoltà da parte dei lavoratori del Carsic, in particolare per la carenza di personale OSS. Si pensi alla questione delle ferie arretrate, in molti casi superiori  a 100 giorni”. I 120 ricoverati dell’Istituto risentono di tali obiettive difficoltà ? “No, grazie al senso di responsabilità ed alla dedizione di ogni singolo lavoratore del Carsic. Facciamo cioè il massimo per garantire agli ospiti servizi e prestazioni ottimali ed efficienti. Di contro, però, non veniamo pagati da quattro mesi ! E’ ammissibile tutto questo ? La risposta la lasciamo a chi di dovere !”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: