ISERNIA – Martone della Cisal: “Non è più tempo di giocare sulla pelle dei lavoratori”

vaccino salva vita
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

ISERNIA – Dal segretario del sindacato Cisal, Antonio Martone, riceviamo (e integralmente pubblichiamo) la seguente nota:

Il mondo del lavoro è sempre più preoccupato per le ultime leggi che stanno penalizzando solo il lavoratore, senza creare presupposti concreti per i giovani. “I licenziamenti collettivi per situazioni economiche”, previsti dalla “legge Fornero”, appartengono ad un nuovo corso industriale. Per evitare, come al solito, la degenerazione, ci vuole un “nuovo corso” sindacale basato sulla chiarezza, sulla trasparenza e sulla professionalità volto a consentire, nelle aziende, la “giusta” Partecipazione attraverso il “giusto coinvolgimento”.

L’accordo sulla mobilità Unilever, siglato da tutte le componenti sindacali (Cisal-Ugl-Cisl-Uil e Cgil) in Assindustria il 16 aprile 2014 e approvato dai lavoratori con il Referendum del 16 maggio, con il 67% dei consensi, avrà un seguito attuativo importante, dove la RSU giorno per giorno vigilerà e garantirà la tutela e la tranquillità di tutti i lavoratori. L’Accordo in questione è stato fatto senza ore di sciopero e senza certe forzature, tipiche di protagonisti insicuri, che minano la democrazia e la dignità dei lavoratori.

La Cisal, protagonista da sempre in Unilever con la maggioranza dei consensi, insieme alla Ugl ringraziano tutti i lavoratori e chiedono alla dirigenza aziendale di continuare a praticare queste Relazioni che sono necessarie per consolidare lo stabilimento di Pozzilli non solo per il mercato italiano, ma anche per il mercato europeo. I lavoratori hanno creduto nell’accordo e si aspettano il giusto riconoscimento con i fatti!.

La Cisal, ovviamente, spera che non ci saranno strascichi polemici per i 70 voti contrari e si impegnerà in maniera più adeguata per dimostrare che gli accordi dai chiari contenuti e fatti con la giusta professionalità, per essere “rinnegati” devono avere chiare, mirate e concrete alternative. In caso contrario si ottengono voti di protesta che creano solo rabbia e delusione nei lavoratori. Il tempo del “gioco sulla pelle dei lavoratori” è finito!!!

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: