VENAFRO – Prodotto dagli olivi del Campaglione l’olio della lampada di Padre Pio

Panificio Di Mambro Venafro
5x1000 Neuromed
Assicurazioni Fabrizio Siravo
Blackberries Venafro

VENAFRO. Nel contributo del collega Tonino Atella il racconto della consegna dell’olio venafrano ai frati di San Giovanni Rotondo. Lo utilizzeranno per la lampada votiva sulla tomba di Padre Pio: 

E’ della terra e degli ultrasecolari olivi venafrani l’olio che per un anno intero terrà  accesa la lampada votiva sulla tomba di San Padre Pio a San Giovanni Rotondo. Vi é stato portato sul finire della scorsa settimana nell’anniversario della nascita del Santo da Pietrelcina avvenuta nel 1987 e la folta delegazione di fedeli venafrani arrivati nella cittadina del Gargano per assistere alla cerimonia era guidata dal Guardiano e Superiore del Convento di San Nicandro di Venafro, Fr. Antonello Gravante. Nella circostanza si sono vissuti momenti assai intensi e significativi nel nome e nella figura spirituale di San P. Pio, che -si ricorda- nel 1911 soggiornò giovanissimo (era 24enne e da un anno aveva preso messa) nel Convento Francescano di Venafro, dove restò per 40 giorni da fine ottobre al 7 dicembre prima di far rientro in Puglie, dopo essere stato visitato a Napoli dai più valenti medici partenopei dato il suo incerto stato di salute. Il pensiero di molti venafrani presenti all’evento dell’accensione della lampada votiva sulla tomba di San P. Pio a San Giovanni Rotondo : “E’ un onore per Venafro -è stato affermato- offrire l’olio della propria terra per illuminare i resti del Frate dalle Stimmate. E’ anche l’occasione per ribadire e rinsaldare gli stretti legami tra la comunità cristiana venafrana ed il Santo del Gargano”. Restando in tema di iniziative promosse dalla Comunità Francescana cittadina, da segnalare che il 7 giugno prossimo faranno rientro a Sannicandro Garganico (Fg) le statue sannicandresi di San Nicandro, San Marciano e Santa Daria momentaneamente esposte nella Basilica di San Nicandro a Venafro dopo aver partecipato, assieme a simulacri e reliquie degli stessi Santi Martiri di Venafro, alla processione del 17 maggio scorso a seguito del gemellaggio spirituale Venafro/Sannicandro Garganico nel nome dei Santi Martiri venerati in entrambi i centri. Il 7 giugno quindi le tre statue lignee foggiane del ‘700 lasceranno Venafro per rientrare in Puglie e ad accompagnarle ci saranno tanti fedeli venafrani. Gl’interessati a partecipare possono telefonare allo 0865/904268 (Convento di San Nicandro, Venafro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »

error: Content is protected !!