AGNONE – “La strage di Caiazzo”, presentato il libro del Procuratore Paolo Albano

Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
pasta La Molisana

AGNONE. Presso il Teatro Italo Argentino di Agnone, il procuratore Capo di Isernia, Paolo Albano, ha presentato (il 26 maggio scorso, nel contesto della rassegna “Il Sabato del  Villaggio”), il volume “La Strage di Caiazzo”, che narra della caccia ai criminali nazisti nel racconto del  Pubblico Ministero che li ha fatti condannare.

Una ignobile strage dimenticata, l’incontro fra uno storico e un Pubblico Ministero, un armadio che custodiva documenti volutamente occultati per decenni. Poi la riapertura delle indagini, la caccia ai criminali nazisti e, infine, il processo e la condanna. Sono alcuni degli elementi che compongono il racconto contenuto ne “La strage di Caiazzo. 13 ottobre 1943” (Ed. Mursia, 2013)  il libro scritto dal Procuratore Capo di Isernia, Paolo Albano protagonista di una vicenda processuale singolare e appassionante.

Redatto a quattro mani con il giornalista Antimo Della Valle, l’opera narra come a distanza di quasi cinquant’anni dai tragici fatti nei quali ventidue civili inermi tra adulti e bambini furono assassinati a sangue freddo, un magistrato della Procura di Santa Maria Capua Vetere, Paolo Albano, riuscì ad inchiodare il boia di Caiazzo e a farlo condannare all’ergastolo, unica sentenza di un tribunale ordinario e non militare contro criminali nazisti.

Dopo essere stato presentato in diverse città italiane come Udine, Roma, Napoli  e naturalmente la stessa Caiazzo (provincia di Caserta), il libro è infine approdato al Teatro Italo Argentino di Agnone dove, dove è stato presentato lunedì scorso. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco Michele Carosella e della Dirigente dell’I.S.I.S.S. Tonina Camperchioli, hanno relazionato Nicola Mastronardi, giornalista e scrittore, e quattro studenti degli Istituti Scolastici Superiori coordinati dal loro docente prof. Francesco Paolo Mazziotta. Il Procuratore Paolo Albano ha concluso con una sua testimonianza corredata da immagini e filmati.

Un appuntamento con la Storia attraverso un’ opera che, come scrive il giudice Ferdinando Imposimato nella prefazione,   “…ci restituisce la memoria dei martiri di Caiazzo e restituisce loro, con la sensibilità degli autori, la dignità di esseri umani, quella dignità calpestata e cancellata da criminali senza coscienza e senza pietà”. L’appuntamento agnonese con Paolo Albano è stato inserito nella rassegna di libri e autori “Il Sabato del Villaggio” voluta dall’Assessorato alla Cultura del comune altomolisano e mensilmente curata  dalla Biblioteca Labanca e dal Centro Studi Alto Molise.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: