VENAFRO – Torrente Rava sommerso dalla vegetazione, si leva la protesta dei cittadini

ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
pasta La Molisana

VENAFRO. Delle condizioni di incuria in cui versa il torrente Rava e delle proteste dei cittadini ci riferisce il collega Tonino Atella in questo suo contributo:

C’è grossa e giustificata preoccupazione tra i venafrani che vivono o lavorano nei pressi del torrente Rava, corso d’acqua che chiude a sud l’abitato e che è alimentato continuamente da consistenti afflussi d’acqua di provenienza varia. Motivo delle apprensioni di tanti è lo stato del torrente e dei suoi argini ; sia nel letto del Rava che lungo i suoi argini è cresciuta sviluppandosi a dismisura tanta di quella vegetazione spontanea che oggi, mancando gl’interventi di pur necessaria pulizia da parte del Consorzio di Bonifica di Venafro, ente preposto alla manutenzione del corso d’acqua in argomento, addirittura il Rava non è più visibile ! Arbusti, erba, fogliame ect. ricoprono del tutto il torrente, che di conseguenza scompare completamente alla vista. La cosa, è sin troppo chiaro, non piace affatto alla gente del posto, soprattutto a quanti lavorano o risiedono lungo il Rava. “Questo torrente -affermano contrariati lavoratori ed abitanti del LungoRava- è in condizioni tali che può nascondere animali selvatici pericolosi per l’incolumità delle persone. La vegetazione spontanea non rimossa ricopre infatti ogni cosa, dalle acque agli argini, per cui non sappiamo cosa ci sia al suo interno. Viviamo e lavoriamo a pochi metri dal Rava, per cui non tranquillizza affatto il suo stato d’incuria ed abbandono. Così come siamo preoccupati per possibili esondazioni delle sue acque in caso di piogge torrenziali estive  che, non avendo dove e come defluire per la presenza di tantissima vegetazione spontanea non rimossa, possono invadere, allagare e distruggere i nostri beni, esattamente come accaduto un decennio orsono, allorquando le piogge autunnali ricoprono l’intera pianura venafrana dato l’intasamento di canali e Rava. Chiediamo perciò l’immediata pulizia del torrente in modo da poter vivere in piena tranquillità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
colacem
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: