VENAFRO – Il sindaco Sorbo e il presidente Vaccone in catene ai cancelli dell’ospedale

pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita

VENAFRO – Come preannunciato da queste stesse colonne, il sindaco Antonio Sorbo e il presidente del comitato “Santissimo Rosario”, Giovanni Vaccone, si sono incatenati ai cancelli dell’ospedale. Una protesta ad oltranza, finché, come ha dichiarato il primo cittadino, “qualcuno non si presenti davanti a noi e ci venga a dire, una volta per tutte, come stanno esattamente le cose. Ci venga a dire quale sarà il futuro del nostro nosocomio e se c’è la volontà di tenere fede alle promesse fatte”. L’appello di Sorbo è rivolto ai vertici della Regione, a partire dal presidente per arrivare ai consiglieri, passando per gli assessori. E’ inoltre rivolto ai vertici dell’Asrem, al prefetto di Isernia, ai parlamentari ed agli europarlamentari del Molise. Si farà avanti qualcuno? Lo sapremo nelle prossime ore o nei prossimi giorni.

Accanto a Sorbo, il presidente del comitato “Santissimo Rosario”, Giovanni Vaccone, esterna rabbia e determinazione: “Nessuno ci ha dato ascolto in questi anni di lotta. Solo promesse inutili alle quali sono poi seguiti dei vergognosi voltafaccia. A mali estremi, estremi rimedi: in nome del comitato che rappresento, chiedo che l’ospedale di Isernia venga chiuso, perché non rispondente alle normative antisismiche vigenti e privo delle necessarie autorizzazioni, e che tutti i reparti vengano trasferiti a Venafro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: