VENEZIA – Corruzione, 35 arresti per il Mose. In manette anche il sindaco Giorgio Orsoni

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro

 

VENEZIA – Accusa di finanziamento illecito relativa alla sua campagna elettorale per le comunali del 2010. Chiesta la custodia cautelare per l’ex governatore Galan, gli atti dovranno essere trasmessi alla Camera. Coinvolto anche ex generale Spaziante. Un centinaio di persone nel registro degli indagatiImprenditori e tanti politici. Una raffica di arresti clamorosi. Il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, del centrosinistra, è finito in manette con le accusa di finanziamento illecito relativa alla sua campagna elettorale per le comunali del 2010. L’inchiesta è quella della Procura di Venezia sugli appalti per il Mose e sull’ex ad della Mantovani Giorgio Baita, già colpito da un provvedimento di custodia cautelare lo scorso febbraio. In manette anche l’assessore regionale alle Infrastrutture Renato Chisso, di Forza Italia.

Le persone finite in manette sono in tutto 35 (25 in carcere e altre dieci sono ai domiciliari), mentre sono un altro centinaio gli indagati. Tra gli arrestati anche il consigliere regionale del Pd Giampiero Marchese, gli imprenditori Franco Morbiolo e Roberto Meneguzzo nonché il generale in pensione Emilio Spaziante. La GdF ha sequestrato beni per un valore di circa 40 milioni di euro.

Coinvolto Galan. E una richiesta di arresto è stata formulata per il senatore di Forza Italia Giancarlo Galan. Trattandosi di un deputato, gli atti dovranno essere trasmessi alla Camera dei deputati. No comment da Galan. Il presidente della Commissione cultura della Camera, fa sapere la sua portavoce Francesca Chiocchetti, “E’ a Roma e non ha potuto ancora vedere le carte”. Galan è coinvolto per il periodo in cui è stato presidente della Regione Veneto, dal 2005 al 2010.

La posizione del sindaco Orsoni. La Guardia di Finanza sta ancora portando avanti controlli sul territorio in Veneto, Lazio, Lombardia ed Emilia Romagna con oltre 300 uomini. Secondo i legali del sindaco Orsoni “le circostanze contestate nel provvedimento notificato paiono poco credibili, gli si attribuiscono condotte non compatibili con il suo ruolo ed il suo stile di vita. “La difesa del professore Orsoni esprime preoccupazione per l’iniziativa assunta e confida in un tempestivo chiarimento della posizione dello stesso sul piano umano, professionale e istituzionale”, si legge in una nota degli avvocati Daniele Grasso e Mariagrazia Romeo. Nell’ambito dell’inchiesta sono stati perquisiti negli uffici del sindaco di Venezia e dell’assessore regionale Chisso.

L’inchiesta. Gli arresti partono da una inchiesta della Guardia di finanza di Venezia avviata circa tre anni fa. I pm Stefano Ancillotto, Stefano Buccini e Paola Tonino (Dda) avevano scoperto che l’ex manager della MantovaniGiorgio Baita, con il beneplacito del proprio braccio destro Nicolò Buson, aveva distratto dei fondi relativi al Mose, le opere di salvaguardia per Venezia, in una serie di fondi neri all’estero. Il denaro, secondo l’accusa, veniva portato daClaudia Minutillo, imprenditrice ed ex segretaria personale di Galan, a San Marino dove i soldi venivano riciclati da William Colombelli grazie alla propria azienda finanziaria Bmc.

Appalti e partiti. Le Fiamme gialle avevano scoperto che almeno 20 milioni di euro, così occultati, erano finiti in conti esteri d’oltre confine e che, probabilmente, erano indirizzati alla politica, circostanza che ha fatto scattare l’operazione di questa mattina all’alba. Secondo la ricostruzione degli inquirenti il gruppo avrebbe creato, attraverso un giro di fatture false, fondi neri indirizzati poi su conti esteri, che sarebbero serviti, almeno in parte, per finanziare politici e partiti, di ogni schieramento, durante le campagne elettorali.

Dopo questa prima fase, lo stesso pool, coordinato dalla Finanza, aveva portatoin carcere Giovanni Mazzacurati ai vertici del Consorzio Venezia Nuova (Cvn). Mazzacurati, poi finito ai domiciliari, era stato definito “il grande burattinaio” di tutte le opere relative al Mose.

Indagando su di lui erano spuntate fatture false e presunte bustarelle che hanno portato all’arresto di Pio Savioli e Federico Sutto, rispettivamente consigliere e dipendente di Cvn, e quattro imprenditori che si spartivano i lavori milionari.

Il  Mose. Il Mose (Modulo Sperimentale Elettromeccanico) è un’opera di ingegneria idraulica pensata negli anni ’80 per difendere Venezia e la sua laguna dal fenomeno dell’acqua alta e specialmente da quelle superiori ai 110 centimetri. Il costo complessivo dell’opera è di 5493 milioni di euro e lo stato di avanzamento dei lavori è pari all’87% e. Nel mese di ottobre, serviva ancora un miliardo di euro circa per la realizzazione completa. L’obiettivo, ricordato anche in quell’occasione, è di concludere l’opera entro il 2016.

Fonte: www.larepubblica.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
pasticceria Di Caprio
Maison Du Café Venafro
panettone di caprio
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
pasticceria Di Caprio
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: