POZZILLI – Trattamento dei rifiuti pericolosi, parola agli apicoltori

Maison Du Café Venafro
ristorante il monsignore venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana

POZZILLI. Questa volta l’ attenzione è rivolta agli apicoltori di Pozzilli, che da anni combattono per la rivalutazione e la difesa del territorio molisano  scrivendo una lettera di seguito riportata . “Generalmente, presi dal nostro quotidiano, già di per sé complesso, non scendiamo nell’arena politica, anche perché non intendiamo offrire alla strumentalizzazione di parte le nostre idee”.
Oggi, però, abbiamo deciso di derogare alla regola. L’argomento è troppo importante.
Diremmo che è vitale. Lo è, non tanto per noi, ma lo è per la generazione dei nostri  figli, dei nostri nipoti e delle generazioni successive.
Stiamo parlando del nostro territorio, del nostro ambiente e della relativa sicurezza.
Stiamo parlando dell’ennesima paventata apertura, nel Comune di Pozzilli, di una “fabbrica che si occupa di trattare rifiuti tossici e pericolosi”.
Nei giorni scorsi abbiamo letto posizioni contrastanti sulla vicenda. Ma soprattutto abbiamo letto posizioni che non riusciamo a condividere né tantomeno a comprendere.
Si parla di verifiche tecniche, controlli amministrativi in corso, etc.etc..
No, per noi è sbagliato l’approccio. Qui non si tratta di valutare la regolarità
normativa dell’iniziativa. Questa è competenza dei funzionari preposti. Qui, la politica, deve andare oltre. La politica deve valutare l’opportunità di accettare inerme questa nuova devastazione del nostro territorio.
Abbiamo assistito, nel passato, allo scempio della industrializzazione di Pozzilli.
Risultato: un omicidio socio-ambientale; basta osservare lo stato di “dissesto finanziario” dichiarato dalle tante famiglie un tempo occupate nella fabbriche – che oggi “tirano a campare con gli ammortizzatori sociali”, finchè ci saranno, ed il livello di abbandono delle nostre terre, una volta, amorevolmente coltivate e “accudite”come patrimoni famigliari da preservare.
Oggi stiamo assistendo alla scommessa del business dei rifiuti; inceneritori, ditte di trattamento dei rifiuti solidi urbani, digestori di vernici, vasconi di trattamento di liquidi pericolosi lasciati all’abbandono, e quant’altro, tutto concentrato in quel territorio che, un tempo, entrava tutto in una delle più belle cartoline rappresentative della nostra Regione.
Allora il problema non è, non deve essere e non può essere, il valutare la correttezza documentale delle istanze di insediamento di queste attività. Noi siamo sicuri che gli strapagati consulenti tecnici delle aziende interessate non commetteranno errori in tal senso. Il problema è, deve essere di natura politica, di natura strategica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: