VENAFRO – Manca un “percorso della salute”, sportivi “in mezzo ad una strada”

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita

VENAFRO. In assenza di un “percorso della salute”, gli sportivi di Venafro sono letteralmente “in mezzo ad una strada”. I dettagli nel contributo del collega Tonino Atella:

Sono letteralmente “in mezzo ad una strada”, nel senso che non hanno alternative accettabili e convenienti, le decine e decine di podisti, mezzofondisti e passeggiatori/trici venafrani di ogni età, che quotidianamente si riversano per le strade di campagna per praticare il loro passatempo/sport preferito, vale a dire passeggiare o correre a seconda delle preferenze. Non disponendo infatti di appositi servizi o arterie ad hoc, tali amanti dello sport all’aria aperta devono giocoforza vedersela con auto, moto, furgoni, mezzi agricoli ect. che per lavoro o altro percorrono le strade urbane o di bonifica. Ne consegue che si viene di continuo sfiorati da pericoli consistenti o di doversela vedere -il gentil sesso …- con “incontri ravvicinati” assolutamente sgraditi, tipo qualche male intenzionato che si aggira in auto per la pianura, come purtroppo già accaduto. Ebbene tutto questo può essere azzerato e lasciato alle spalle con un servizio, la cui utilità sociale è evidentissima : un percorso della salute. Per l’esattezza un tracciato di mille/duemila metri, largo 3-4 metri, possibilmente in terra battuta o in sterrato, dotato all’inizio di parcheggio, panchine e fontanino (possibilmente …), e disseminato lungo il percorso di attrezzi e strutture per esercizi a corpo libero come panche, tavola, trave, anelli ect., con cui allenarsi, tenersi in forma e divertirsi. Un servizio, il percorso della salute, che non richiede spese iperboliche, e certamente alla portata di enti ed istituzioni pubbliche del territorio venafrano, tipo Comune o Consorzio di Bonifica. L’unica effettiva necessità di base è rappresentata dalla disponibilità del terreno su cui realizzarlo. Ecco allora entrare pesantemente in gioco, leggi farsi preferire, l’Ente di Bonifica in quanto titolare delle numerose strade di bonifica della pianura, ai lati delle quali appare fattibile la realizzazione di un idoneo ed attrezzato percorso della salute, con una spesa decisamente minima. “Chiediamo -affermano all’unisono gli amanti venafrani dello sport all’aria aperta- che finalmente si realizzi nella nostra accogliente pianura un idoneo percorso della salute per fare sport, passeggiare e soprattutto per stare lontani da pericoli e male intenzionati. E’ nostro diritto correre o passeggiare in assoluta tranquillità e sicurezza, per cui auspichiamo la creazione dell’indispensabile servizio. Il sito più adatto per creare un percorso della salute appare via Capanna, già ribattezzata da noi sportivi “Via dello Sport”, tant’è la scritta tracciata a terra da anni. Perciò bisogna solo adoperarsi …” . La sollecitazione la giriamo al Consorzio di Bonifica, perché finalmente intervenga rispondendo coi fatti ad una istanza dall’alto contenuto sociale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: