VENAFRO – Finalmente ripulita da erbacce e rifiuti la pista ciclabile della Statale 85

Blackberries Venafro

VENAFRO. Finalmente ripulita dalle erbacce e dai rifiuti (foto Giustino Guarini) la pista ciclabile della Statale 85. Nei giorni scorsi sono intervenuti gli operai dell’Anas, a testimonianza del fatto che le accuse rivolte agli amministratori della città erano del tutto ingiustificate, non avendo il Comune di Venafro competenza in materia. Al riguardo, volentieri pubblichiamo il contributo pervenutoci dal collega Tonino Atella:

Mai espressione tipica è apparsa più calzante. “Tanto tuonò, che piovve !”, cita un “vecchio adagio”, e in effetti dopo tante, annose e ripetute proteste di residenti e sportivi in genere, la pista pedonale/ciclabile che corre parallela alla statale “ 85 “ all’ingresso sud di Venafro (assai criticabile, comunque, aver realizzato anni addietro un servizio del genere a strettissimo contatto di gomito con una statale molto trafficata) è stata finalmente ripulita, messa in ordine e resa decente e percorribile da parte di pedoni, ciclisti e residenti della zona. Operai dell’Anas, azienda preposta alla manutenzione della pista ed in colpevole ritardo da anni (!), ieri mattina si sono messi all’opera rimuovendo vegetazione, erba, rifiuti, pietre e terra che ricoprivano il tracciato, rendendola praticamente inaccessibile ed impraticabile. “Stiamo facendo il massimo -spiegava il caposquadra Anas- ma mancano uomini e mezzi, il che spiega la situazione creatasi su questa pista ciclabile ed in tant’altre zone di competenza dell’azienda. Per il momento toglieremo il grosso in modo da permettere alle persone di servirsi di questa pista ; nel prossimo futuro porteremo via il tantissimo terriccio qui ammucchiatosi”. Ci sono tant’altre strade nel Venafrano ridotte in pessimo stato, in primis la “Via Vecchia” nel cuore della pianura e la “Ponte del Re” che porta al fume Volturno. Di chi la competenza ? “Non dell’Anas, -spiega l’uomo- in entrambi i casi della provincia. Il problema è che mancano uomini e risorse economiche. E’ una situazione diffusa, con molte strade di fatto abbandonate, alla quale non si pone rimedio. Comprendiamo i problemi, ma la realtà è questa !”. Intanto su tante arterie i pericoli sono enormi proprio per l’assenza di manutenzione. “E’ vero, ma purtroppo non sono possibili interventi per i motivi appena esposti. Si suggerisce a tutti maggiore attenzione e tanta prudenza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!