CAMPOBASSO – Una delegazione delle “Mamme per la Salute e l’Ambiente” ha incontrato il presidente Frattura

Blackberries Venafro

CAMPOBASSO. Il 4 agosto scorso, una delegazione dell’Associazione “Le Mamme per la Salute e l’Ambiente”, si è recata a Campobasso per incontrare il Presidente della Regione Molise. L’incontro è stato richiesto per sollecitare maggiore attenzione sulle criticità ambientali del territorio venafrano, troppo spesso sottovalutate.

Nel corso dell’incontro le Mamme hanno ottenuto copia della documentazione relativa al Piano di zonizzazione della qualità dell’aria approvato dalla Giunta Regionale il 1 agosto 2014. Tale strumento sara oggetto di analisi ad opera dell’associazione “Mamme per la Salute e l’Ambiente Onlus” e di esperti qualificati che da tempo  ne supportano il lavoro. Il Presidente ha mostrato sensibilità per i problemi e disponibilità ad affrontarli.

Dieci gli argomenti che le Mamme hanno portato all’attenzione del governatore Paolo Di Laura Frattura:

1 Richiesta di informazioni relative alla mancata attivazione del Monitoraggio del PM 2.5 ,
delle centraline ARPA,monitoraggio obbligatorio dal 2011
– 2 Richiesta di informazioni relative alla mancata redazione del piano di zonizzazione
Regionale per la qualità dell’aria con indicazione chiara delle fonti inquinanti ,dei problemi
di accumulo delle singole emissioni e della raccolta dati utili alla classificazione delle zone.
– ( D.lgs 155/2010 )..
– 3 Richiesta di applicazione del principio di precauzione; ovvero sospensione di tutte le
Autorizzazioni Regionali ad industrie inquinanti, fino all’atto di approvazione del piano di
zonizzazione regionale della qualità dell’aria con individuazione delle aree che possono
sopportare ulteriori impatti inquinanti.,attesa la necessità di applicare immediatamente tale
principio a tutela della salute dei cittadini. (Consiglio di Stato sentenza n, 4227/2013)
– 4 Richiesta di informazioni relative allla presenza di diossina nel territorio di Venafro. Si
chiede che tale problema a tutt’oggi sottovalutato, venga affrontato in maniera seria e
definitiva. Il riscontro della presenza di diossina nella catena alimentare , ha creato gravi
criticità, in particolar modo a chi opera nel settore agricolo, settore ancora sano e trainante
nel territorio Venafrano.. L’associazione pertanto chiede venga rispettato quanto richiesto
dalla direttiva europea UE 547/2011 e chiede vengano predisposti risarcimenti per chi nel
settore agricolo ha subito e non certo prodotto tale inquinamento.
– 5 Richiesta di informazioni relative al Registro Tumori , con particolare riferimento allo
stanziamento fondi necessari a rendere possibile nel tempo il mantenimento di tale registro
– 6 Richiesta di attivazione di un efficace studio epidemiologico nel Venafrano per ottenere
informazioni più immediate sulle sempre più frequenti patologie neoplastiche,nonchè
tiroidee ed allergiche..
– 7 Richiesta di informazione in merito al progetto di biomonitoraggio con l’uso delle
api.avviato dall’ente Regione
– 8 Richiesta di informazioni in merito alla dotazione di mezzi e strumenti adeguati per
rilevazioni ed analisi ad ARPA Molise:
– 9 Richiesta di informazioni in merito alle procedure AIA COLACEM ed
HERAMBIENTE ex ENERGONUT
– 10 Richiesta di attivazione di un progetto di monitoraggio sulla presenza di inquinanti nel
latte materno, esteso a tutta la Regione Molise, essendo il latte materno ottimo indicatore
della situazione ambientale.

Ulteriori dettagli sul sito www.mammesaluteambiente.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!