VENAFRO – Intervista all’argentino Diego Nahel Corral, nuova stella del Dynamic Basket

Blackberries Venafro

VENAFRO. Non si spegne l’eco dell’accordo raggiunto tra la Dynamic Basket Venafro ed il fortissimo centro argentino Diego Nahel Corral, classe 1986. In attesa del suo arrivo in Italia, l’atleta è stato intervistato dall’Ufficio Stampa della compagine cestistica venafrana:

D: Dopo tanta Italia, un anno interlocutorio in Argentina. Pronto per la nuova avventura in serie B con Venafro?

R: Certo, anche se mi ha fatto bene stare un anno a casa dopo tanti anni lontano avevo tanta voglia di tornare a giocare in Italia.

D: Perché Venafro?

R: Ho scelto Venafro innanzitutto perch ho un grande amico ( Onorio Petrazzuoli ) al quale tengo molto e mi ha sempre parlato bene di questa 
città e società, abbiamo sempre desiderato di giocare insieme un’altra volta e penso che questa sia l’occasione giusta per farlo e per 
rilanciarmi.

D: La pallacanestro cambiata moltissimo negli ultimi anni. I pivot vengono investiti sempre meno di responsabilità e i giochi principali 
sono costruiti per il perimetro. Brutta faccenda per i lunghi come te?

R: Penso che una squadra debba avere pericolosità in attacco in tutti i ruoli, così diventa una squadra difficile da prevedere e non una squadra con solo due o tre punti di riferimento. Anche se dipende molto dall’allenatore e dei giocatori che si ha a disposizione per poter 
disegnare i giochi offensivi della squadra.

D: Sei un grandissimo rimbalzista e un lottatore come pochi. Anche a te la stessa domanda: cosa le statistiche non dicono di Corral?

R: Sono un ragazzo che si mette a disposizione fin dall’inizio, cerco sempre di dare il massimo e di aiutare ai compagni in tutto quello che 
ci sia bisogno.

D: Un girone, il D, molto bello e difficile da decifrare. Le prime notizie di mercato dicono Bisceglie avanti a tutte? Ma anche Venafro si 
mossa bene. Obiettivo?

R: Penso che in questo girone ci sono tre squadre che lotteranno per il primo posto ( Palermo, Agropoli, Bisceglie) tolte queste vedo molta 
parità tra le altre perciò penso che potremo giocare allo stesso livello cercando di trovare un buon posizionamento ai playoff.

D: Giudizio sui lunghi del girone. Chi ti dar pi filo da torcere in questo anno secondo te?

R: Indiscutibilmente credo che Mocavero sia il pivot con pi esperienza e pi forte del girone.

D: Hai 28 anni, sei nella fase della maturità sportiva. Cosa chiedi a questo campionato di B tu che hai già navigato le acque tortuose della 
DNB?

R: Sinceramente non conosco tantissimo questo campionato avendolo giocato solo una volta nella mia carriera (BnB promozione in silver), 
spero di poter fare molto bene aiutando alla mia squadra a raggiungere l’obbiettivo pi alto.

D: Ultima domanda: se dovessi spingere un ragazzino a giocare a pallacanestro come riusciresti a convincerlo? Tu ad esempio, perché hai 
scelto questa pratica sportiva?

R: Allora, Io ho iniziato a giocare a 14 anni grazie a mio nonno (cestista) perché se fosse stato per mio padre avrei giocato a calcio (era un bravo calciatore). Ho un fratello di 15 al quale ho trasmesso questa passione, quando l’ho fatto gli ho sempre detto che la prima cosa 
era divertirsi e poi se un giorno avesse dovuto giocare professionalmente avrebbe dovuto allenarsi molto e ascoltare ai suoi allenatori per crescere. Il basket e’ uno sport che insegna a collaborare l’uno con l’altro, a convivere in gruppo e ad aiutare quando si ha bisogno.

Listener

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!