CONCA CASALE – A piedi ed a cavallo in pellegrinaggio fino al santuario della Madonna Nera di Canneto

Blackberries Venafro

CONCA CASALE. A piedi ed a cavallo in pellegrinaggio fino al santuario della Madonna Nera di Canneto, in segno di devozione e di amore per la natura. I dettagli nel contributo del collega Tonino Atella:

Erano circa in venti, la maggior parte a piedi e qualcuno in sella a cavalli, d’ambo i sessi e di età diverse (c’erano uomini maturi, ma anche fanciulli), ed hanno camminato una notte intera senza mai fermarsi per spostarsi dal Molise al Lazio e raggiungere sfiniti ma soddisfattissimi il Santuario della Madonna di Canneto, luogo di culto a mille metri di quota nel Basso Lazio dove si venera la “Madonna Nera” e dove d’estate si ritrovano a migliaia pellegrini e devoti in segno di devozione verso la Madre del Figlio di Dio. I pellegrini in questione, ossia venafrani e casalesi, nel caso specifico sono partiti dal Molise, esattamente da Conca Casale alle h 19,00 del 18 agosto scorso e camminando per i sentieri montani delle alture molisane e laziali, ed attraversando i territorio comunali di Conca Casale, Viticuso, Acquafondata, Cardito, Picinisco e Sette Frati, sono giunti finalmente a Canneto alle h 9,15 del successivo 19 agosto, accolti dinanzi al Santuario della “Madonna Nera” dal Vescovo del luogo che ha invitato i presenti a salutare con un lungo applauso la Compagnia di Pellegrini di Conca Casale e Venafro. Una notte intera quindi a camminare attraverso i monti molisani e laziali per rendere omaggio alla Madonna di Canneto e partecipare alla giornata di festa in suo onore del successivo 21 agosto, dormendo chi all’addiaccio, chi in ricoveri di fortuna, chi sotto una tenda e chi trascorrendo il tempo parlando ed incontrando altri pellegrini del centro Italia, presenti a loro volta a Canneto. Quindi riposati, rifocillati, rinfrancati per la partecipazione alla festa e dopo l’ennesimo momento di preghiera e raccoglimento, la Compagnia di Conca Casale e Venafro ha ripreso la via del ritorno sempre attraverso sentieri montani incamminandosi giusto alla mezzanotte del 21 agosto per raggiungere Conca Casale alle h 17,00 di venerdì 22, accolti dalla popolazione del luogo con larghi sorrisi e tantissima soddisfazione. Il commento finale di Luigi, uno dei partecipanti : “E’ stato sfiancante ma bellissimo e molto emozionante. Ringrazio tutti gli alttri componenti della Compagnia di Conca Casale e Venafro, con l’augurio di ritrovarci il prossimo anno per una nuova ed esaltante dimostrazione di fede alla “Madonna Nera” di Canneto”. L’iniziativa di Canneto segue di pochi giorni altro pellegrinaggio analogo, partito da Venafro e diretto in bici ( km. 220 !) a San Giovanni Rotondo (Fg) per pregare sulla tomba di San Padre Pio. Dimostrazioni di fede, entrambe, che attestano lo spessore morale dei molisani in genere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!