FILIGNANO – Gli scozzesi del piccolo comune mainardico esultano per il “no” alla separazione dall’Inghilterra

Blackberries Venafro

FILIGNANO. Gli scozzesi del piccolo comune mainardico in festa per il “no” alla separazione dall’Inghilterra. Ce ne riferisce il collega Tonino Atella:

A Filignano, porta sud del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ed accogliente Comune collinare dove vive una folta comunità affermatasi in Scozia dov’era emigrata per lavoro e che sino a qualche anno era il Comune del Molise col più alto reddito pro capite frutto delle rimesse dall’estero e della consistenza finanziaria della citata collettività scozzese, a Filignano -si diceva- si sono vissuti con trepidazione e col fiato sospeso questi ultimi giorni, tendendo orecchia ed attenzione a quanto avveniva oltre Manica. Massima allerta degli scozzesi di Filignano per il si/no alla separazione Scozia/Inghilterra, che tanto ha fatto discutere e coinvolto non solo l’opinione pubblica inglese e scozzese  ma dell’intera Europa per i risvolti che implicava. E una volta sconfitto il fronte della separazione e ribadita l’unione tra Inghilterra e Scozia, da Filignano non si sono fatti attendere impressioni ed esultanza, essendo ampiamente maggioritario nel Comune del Parco Nazionale il “no” alla separazione dei due Stati. Lo testimonia la sig.ra Gina Di Meo, 80enne italo/scozzese con le ide ben chiare : “Meno male che ha vinto l’unità, attacca la dinamica signora rientrata da 14 anni in Italia dopo una vita trascorsa in Scozia. “A Filignano l’intera comunità scozzese se lo augurava e lo sperava. Del resto sarebbe stato logico separarsi, dopo aver fatto tanto nel corso della storia per unirci in un’unica nazione”. Perché avete trepidato e sperato affinché Inghilterra e Scozia restassero assieme ed unite ? “Soprattutto per i giovani e per il loro inserimento lavorativo”, spiega l’intraprendente signora scozzese che fu tra i fondatori del “Varvarusa Golf Club” di Filignano, primo impianto golfista realizzato in Molise e che tuttora non disdegna di prendere mazza e pallina per una salutare partita sui green naturali della frazione “Valle”. “Nel caso della separazione -aggiunge la donna- molte sedi industriali avrebbero lasciato Glasgow e Edimburgo, con conseguenze pesanti per l’economia scozzese e l’occupazione giovanile. Perciò Viva l’Unione tra Inghilterra e Scozia !”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!