VENAFRO – Torrente Rava, in corso la pulizia degli argini. Sospiro di sollievo tra i residenti

Blackberries Venafro

VENAFRO – E’ in corso la pulizia degli argini del torrente Rava. I residenti tirano finalmente un sospiro di sollievo. Ce ne riferisce il collega Tonino Atella:

Tanto tuonò … che finalmente si è messo mano a Venafro alla pulizia degli argini del Rava ! Parliamo del torrente che chiude a sud l’abitato cittadino e che è ricolmo sia nel letto che lungo gli argini di tanta di quella datatissima vegetazione spontanea da togliere sonno e tranquillità alle decine e decine di famiglie che vivono, risiedono e lavorano nei pressi di tali acque. In effetti costoro temono esondazioni, allagamenti, danni e pericoli con l’approssimarsi delle piogge autunnali, giusto come accaduto anni addietro. Da qualche giorno invece è finalmente iniziato –ma solo dopo tante sollecitazioni e proteste- un capillare taglio e disboscamento (è proprio il caso di dirlo … !) degli argini superiori del torrente, per l’esattezza quelli confinanti con abitazioni e proprietà private, in modo da allontanare i tanti animali selvatici che lì annidano (in primis pericolosi serpenti) e liberare le vie di fuga delle acque in caso di precipitazioni abbondanti. “E’ già un primo ed importante intervento -attestano i residenti del LungoRava- che fa pulizia dinanzi alle nostre abitazioni, tenendo lontane tante specie animali. Resta però lo stato di potenziale pericolo dell’intasatissimo letto del torrente, dove sono cresciuti alberi, sterpaglie e vegetazione a josa non rimossi da anni e che oggi ostruiscono il naturale deflusso delle acque in caso di piene. Perciò ci chiediamo se, oltre agli argini, verrà pulito e sistemato anche il letto del Rava, altrimenti i pericoli persisteranno”. Gli auspici conclusivi dei venafrani : “Ci auguriamo la completa pulizia del corso d’acqua in questione, con l’integrale taglio e rimozione di tutto quanto cresciuto al suo interno o ai lati. La richiesta sia per non ritrovarci con pericolosissime specie animali dentro casa, purtroppo già accaduto con una certa frequenza, e sia per avere la certezza che l’acqua del torrente potrà defluire senza straripare e far danni in caso di piene autunnali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!