VENAFRO – Nessuno interviene, i “baraccati” si preparano ad un inverno di stenti

Blackberries Venafro

VENAFRO. Dal giornalista Tonino Atella riceviamo, e integralmente pubblichiamo, il seguente articolo sulle precarie condizioni di vita dei “baraccati” Paola e Pasquale:

L’autunno è appena iniziato, seppure per fortuna sin qui mite, l’inverno si avvicina sempre più e loro, Paola 52enne ed il marito Pasquale 56 anni, “i baraccati” di Venafro, sono giorno dopo giorno sempre più preoccupati. Si prospettano infatti ulteriori mesi -dopo i dieci già trascorsi !- tra freddo, gelo, umidità e condizioni igienico/sanitarie tutt’altro che piacevoli nell’impossibile situazione logistica in cui sono andati a finire, una baracca metallica mal messa ed impiantata alla meglio in un oliveto di via Mura Ciclopiche, all’ingresso sud del Parco Reg.le dell’Olivo. Per porre fine a siffatta odissea, e constatato l’assordante … “silenzio” di istituzioni pubbliche ed enti sin qui interpellati, marito e moglie hanno deciso di rivolgersi all’intero mondo politico regionale, cui hanno scritto una lettera assai circostanziata  sperando di trovare ascolto, attenzione, comprensione e, voglia Dio, interventi, fatti concreti in loro favore. “Non chiediamo soldi o favoritismi particolari -puntualizza la coppia, lei invalida civile e lui in procinto di operarsi d’ernia- né agevolazioni di alcun tipo, ma solo di vivere in maniera più umana e decente. Qui in questa baracca tra gli olivi del Campaglione siamo senza wc, senza luce e senza le minime condizioni igienico/sanitarie. Al mondo politico regionale chiediamo di farsi carico della nostra situazione logistica, risolvendola finalmente. Ne va della nostra sopravvivenza e come essere umani pensiamo di averne diritto”. A chi avete scritto ? “Praticamente a tutti”, spiegano Paola e Pasquale. “Al Presidente della Giunta Regionale Di Laura Frattura, al Presidente del Consiglio Niro, all’assessore alle politiche sociali Petraroia, al Presidente della IV Commissione Reg.le Totaro, all’assessore alle attività produttive Scarabeo, al consigliere delegato ala Programmazione Cotugno, al sen. Iorio, all’euro parlamentare Patriciello ed a Filice, v. Presidente dell’ambito territoriale del distretto sanitario di Venafro”. Il contenuto della missiva ? “Abbiamo illustrato le nostre reali difficoltà e una situazione ai limiti della sopportabilità, chiedendo comprensione e la risoluzione dei nostri problemi vitali, ossia i diritti minimi di ciascun essere”. Cosa vi aspettate ? “Responsabilità e solidarietà. Non pensiamo di farcela in queste condizioni un altro autunno ed un altro inverno ! Siamo fiduciosi …”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!