POZZLLI – Al Neuromed il Sindaco di Borislaw, città ucraina beneficiaria della donazione di attrezzature medicali

Blackberries Venafro

POZZILLI. È arrivato nel pomeriggio di qualche giorno fa a Pozzilli Vladimiro Firman, il Sindaco della città di Borislaw in Ucraina, a cui la Fondazione Neuromed ha donano lo scorso luglio attrezzature sanitarie. Una iniziativa promossa in collaborazione con l’associazione Onlus Alma Mundi di Napoli con la quale Fondazione Neuromed ha firmato un protocollo d’intesa.  Firman ha raggiunto la clinica Neuromed, insieme ad una delegazione formata dal Presidente di Alma Mundi Gerry Danesi e da Padre Paolo parroco di quel Paese, per ringraziare personalmente Neuromed e la sua Fondazione. “E’ con grande piacere che saluto il Presidente della Fondazione Neuromed; – ha detto il Sindaco di Borislaw che ha visitato la clinica Neuromed accompagnato dal dottor Edoardo Romoli, Direttore sanitario – persona che ho avuto modo di apprezzare prima ancora di conoscere, grazie non solo all’intercessione dell’avvocato Gerry Danesi ma soprattutto dall’impegno profuso per la nostra città. Un uomo ed una struttura che, abbracciando valori cristiani, hanno inteso aiutare coloro che soffrono a causa della guerra. Giovani che hanno bisogno di cure immediate, reduci da conflitti a fuoco, anziani che non hanno la possibilità di ricevere le cure primarie; a questo serviranno le attrezzature sanitarie che la Fondazione Neuromed ci ha donato  – ha continuato Firman – e che sono state destinate ai diversi reparti dell’ospedale centrale di Borislaw. Grazie a questo contributo, ed alla collaborazione con la Fondazione Neuromed, avremo la possibilità non solo di salvare tante vite ma di acquisire conoscenze utili al perfezionamento dei servizi sanitario e di soccorso portati avanti dai nostri medici. Per questo – ha poi concluso – abbiamo deciso di nominare cittadino onorario della nostra città Mario Pietracupa insieme a Gerry Danesi come ringraziamento, a nome di tutta la popolazione, per la sensibilità dimostrata”.

Un gesto fortemente simbolico, come spiegato dal Presidente della Fondazione Neuromed, Mario Pietracupa, che in linea con i valori dell’Istituto Neuromed tiene conto delle reali esigenze delle persone andando a sostenere, grazie al supporto di associazioni, territori che non hanno la possibilità di garantire le cure di base. Una collaborazione che andrà oltre la donazione effettuata a beneficio dell’ospedale di Borislaw per sviluppare iniziative su quel territorio che possano supportare ancora di più la popolazione e sviluppare nuovi progetti sanitari. “E’ un onore per me essere diventato cittadino ucraino  – ha detto Pietracupa – Il nostro non vuole essere solo un impegno solidale ma mira a raggiungere obiettivi estremamente distanti dalla guerra e della devastazione. Comunico al primo cittadino  – ha continuato Pietracupa – che stiamo valutando la possibilità di interventi ancora più efficaci per le popolazioni di Borislaw, anche considerando l’istituzione di un presidio Neuromed in quel territorio per sviluppare sinergie nell’ambito della scienza e della ricerca portando avanti idee di vita. Al di là della diplomazia ed alle parole di circostanza preferiamo portare avanti progetti concreti e reali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!