VENAFRO – Archeologo finisce nel Rava: la “maledizione” dell’Homo Venafranus?

Blackberries Venafro

VENAFRO – Che non abbia gradito la “riesumazione” l’Homo Venafranus? In realtà più che di una “maledizione”, l’archeologo finito nel torrente Rava è stato “vittima” dell’asfalto reso viscido dalla pioggia. L’incidente si è verificato nel primo pomeriggio, nel tratto iniziale (stretto e tortuoso) della “tangenziale” che costeggia il torrente.

Nell’affrontare una curva a gomito, lo studioso, diretto proprio al sito di località “Camiciola”, ha perso il controllo della sua vettura e, dopo aver travolto le barriere metalliche di protezione, è finito nell’alveo del Rava. L’uomo è stato accompagnato al punto di primo soccorso del “Santissimo Rosario”. Per fortuna non ha riportato traumi o ferite di grave entità.

Sul posto sono accorsi gli agenti della Polizia Municipale di Venafro, mentre il recupero della macchina è stato affidato al servizio Aci-PM Car Pistilli di Sesto Campano. Il luogo del sinistro è spesso teatro di episodi simili, ma nessuno sembra intenzionato a prendere provvedimenti.

cubic

Aci Pm Car Pistilli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!