VENAFRO – Consorzio inoperoso, Nola contrattacca: “Regione inadempiente per oltre 800mila euro”

Blackberries Venafro

VENAFRO – Consorzio di Bonifica inoperoso per forza di cose: lo afferma il presidente Vittorio Nola che punta l’indice contro la Regione: “E’ inadempiente per oltre 800mila euro”. I dettagli nel contributo inviatoci dal collega Tonino Atella:

Difesa d’ufficio, accorata e con accuse senza mezzi termini all’indirizzo della Regione Molise, che tarderebbe sia a sanare crediti per 800.000 euro (!) nei confronti della Bonifica venafrana, inchiodandola ad una sostanziale inattività, e sia ad accreditare nuove somme per la pulizia e messa in sicurezza del torrente Rava di Venafro, a rischio esondazione con conseguenti allagamenti e danni alle proprietà private ed alla colture, oltre che pericoli reali per l’incolumità delle persone. A firmarle – difesa ed accuse – è il presidente del Consorzio di Bonifica di Venafro, Nola, replicando ad articoli di stampa sullo stato di strade e corsi d’acqua della pianura venafrana di competenza della Bonifica (Via S. Ormisda e Torrente Rava su tutti), nonché sulla mancata realizzazione di servizi di pubblica utilità da tempo e da tanti richiesti, in primis il “Percorso della Salute” per sportivi ed amanti della passeggiata e dello sport all’aperto, percorso da realizzarsi parallelamente a via S. Ormisda, da tempo ribattezzata “Via degli Sportivi” per la sua quotidiana frequentazione da parte di tantissimi fondisti ed appassionati della passeggiata. Ebbene il vertice della Bonifica venafrana non ha peli sulla lingua, e quindi sul computer …, nel gettare la croce dei ritardi, dei silenzi e delle inadempienze sull’Ente Regione, colpevole -a suo dire- di mancati accrediti di nuovi fondi e sui pagamenti di consistenti debiti pregressi. Ne consegue, a detta di Nola, che “il Consorzio non riesce a sviluppare la propria attività come vorrebbe e come sarebbe auspicabile nell’interesse pubblico …”. “Una situazione -è sempre il Presidente della Bonifica venafrana ad asserirlo- di cui certamente non siamo soddisfatti al Consorzio della Piana, io per primo”. Ancora Nola : “Non sanando la situazione finanziaria, la gestione 2014 del Consorzio si chiuderà con un disavanzo di gestione, nonostante la corresponsione dei canoni di concessione dell’acqua e i contributi Irap”. Tante priorità disattese ed inevase quindi secondo il vertice consortile, al quale data la precaria situazione di fatto suggeriamo un’unica, drastica ed inevitabile soluzione: dimettersi dagli incarichi ricoperti, vista l’impossibilità di operare e rispondere alle attese di consorziati e non. Sarebbe la migliore e più eclatante risposta nei confronti dei ritardi, dei silenzi e delle inadempienze della Regione Molise.

consorzio nola crediti regione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!