CRONACA – Honduras, trovate morte miss Maria Jose Alvarado e la sorella Sofia Trinitad. Arrestati gli assassini

Blackberries Venafro

CRONACA – Proprio oggi Maria Jose Alvarado, 19 anni, sarebbe dovuta partire per Londra, dove il 14 dicembre l’attendeva il gala per l’elezione di Miss Mondo. Invece è stata trovata morta assieme alla sorella Sofia Trinidad. Uccise a colpi di arma da fuoco e sepolte nei pressi di un centro benessere. 

Le due ragazze erano scomparse giovedì scorso. Poco prima del rinvenimento dei corpi, la polizia ha eseguito due arresti: in manette Plutarco Antonio Ruiz, 28 anni, fidanzato della sorella della Miss, e Aris Valentin Maldonado, il proprietario di un centro benessere dove le ragazze avevano partecipato alla festa di compleanno di Ruiz. 

E’ stato il fidanzato di Sofia Trinidad, reo confesso, a indicare alla polizia dove trovare i due cadaveri. Il generale Ramon Sabillon, direttore della polizia nazionale onduregna, ha accennato al possibile movente: Ruiz ha sparato a Sofia dopo una furiosa lite scatenata dal fatto che la sua fidanzata stava ballando con un altro uomo, quindi ha ucciso la sorella miss che cercava di fuggire. 

Le due ragazze erano svanite dopo aver partecipato alla festa di compleanno nel centro benessere “La Aguagua” di Santa Barbara, 200 km a nord della capitale Tegucigalpa, nell’ovest del Paese centroamericano. Per andare alla festa, Sofia Trinidad era andata a prendere la sorella, giunta da Tegucigalpa, a bordo di un’automobile con a bordo due uomini non identificati. E da quella festa non avevano fatto ritorno a casa.

La madre delle ragazze aveva denunciato la scomparsa due giorni dopo. Mentre proprio la madre di Ruiz chiedeva espressamente di indagare sul figlio, evidentemente uno degli ultimi a vedere le ragazze. Nonostante il grande sforzo profuso dalle forze dell’ordine e una grande mobilitazione popolare per la liberazione di Maria Jose e Sofia Trinidad, la storia ha avuto un tragico finale. Inevitabile, visto che, fanno capire gli inquirenti, le sorelle erano state uccise la sera della festa.

I loro corpi sono stati trovati sepolti vicino al fiume Aguagual, in una zona di montagna chiamata ‘La Arada’, a Santa Barbara, nei pressi del centro benessere. Perché lì, avrebbe spiegato Ruiz alla polizia dopo l’arresto, si sarebbero decomposti più velocemente. 

Le autorità sono in attesa della conferma ufficiale dell’indentità, ma “possiamo affermare al 100 per cento che sono loro”, ha dichiarato il capo dell’unità investigativa, Leandro Osorio, “abbiamo anche sequestrato l’arma del delitto e il veicolo utilizzato per trasportare i due cadaveri nel luogo della sepoltura”. E, secondo Osorio, altre persone sarebbero coinvolte nel duplice omicidio, per aver tentato di ripulire la scena del crimine.

Fonte: www.repubblica.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!