CRONACA – Con la fidanzata da 146 kg si “lancia” in effusioni amorose e muore per schiacciamento della gabbia toracica

Blackberries Venafro

CRONACA – Una notizia che ha del tragicomico quella che giunge da Charlottetown (Canada): un 41enne è deceduto a seguito dello schiacciamento della gabbia toracica mentre era intento in effusioni amorose con la sua fidanzata da 146 kg:

“Da non credere… un’altra vittima del peso: ci lascia le penne a 41 anni, trapassando per schiacciamento da parte di una partner troppo abbondante. Quello pesante non era lui, di corporatura e stazza nella media, bensì la fidanzata 34enne (ribattezzata dagli amici  Heavy Mary), che porta in giro una mole killer pari a 146 Kg.
Dopo aver esercitato la sua eccezionale forza di gravità su due precedenti fidanzati, che l’hanno lasciata distrutti dalla fatica, la relazione tra Heavy Mary e il compianto Robert (iniziata nella primavera avanzata di quest’anno) sembrava andare a gonfie vele, almeno fino a quando era estate e si poteva volteggiare con sforzo sotenibile nelle acque oceaniche di qualche caletta nascosta ad occhi indiscreti. I due infatti vivevano a Charlottetown (Nuova Scozia, Canada), che si affaccia sulla costa atlantica.
Ma con l’arrivo dell’autunno gli incontri intimi hanno dovuto per forza, climaticamente parlando, avvenire al chiuso di una stanza e sopra un letto (rinforzato). Ed è su questo giaciglio che si è consumata la tragedia:  il povero Robert, durante un sotto sopra, ha subito lo schiacciamento della gabbia toracica e conseguenti gravi lesioni polmonari che lo hanno portato al decesso. 
Si potrebbe pensare che se l’è cercata, che se avesse scelto una donna magra sarebbe ancora vivo e che Heavy Mary, con il senno delle precedenti esperienze, avrebbe almeno potuto raccomandare le debite precauzioni o intraprendere una dieta molto seria.
Niente di tutto questo: Robert, pur non essendo un omone, praticava il sollevamento pesi a livello amatoriale e Mary aveva già iniziato a fare la sua parte, perdendo 20 Kg in 5 mesi. 
Ma un conto è sollevare un attrezzo con la massima concentranzione e in rispetto di certe regole, un altro è vedersi piombare addosso, di colpo, oltre un  quintale di carne umana, non distribuita ai due lati di un bilanciere”.

 

Fonte: http://blog.libero.it/interiorlanding/

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!