ISERNIA – La Max Company pronta ad atterrare a Pettoranello. In Provincia la presentazione dell’iniziativa

ittierre pettoranello
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud

ISERNIA – Domani mattina, alle ore 9, presso la sala gialla della provincia, in via Berta,  si terrà un incontro, promosso dall’associazione Euridit e dall’ampio partenariato coinvolto nel progetto “100% made in Italy”, sul tema “Distretto moda Molise Sannio – Un progetto distrettuale per favorire l’insediamento di nuove aziende nel “cuore” del sistema moda molisano e per rilanciare il settore valorizzando le competenze imprenditoriali e professionali del territorio”. L’incontro, come illustrato nella nota di presentazione, intende creare le giuste premesse “progettuali e operative” per predisporre la domanda di candidatura per il riconoscimento, ai sensi della Delibera di Giunta Regionale del 26/11/2014, del “Distretto moda Molise Sannio” che abbia il “fondamento ed il cuore” nell’area di Pettoranello del Molise. Con la domanda di candidatura si intende quindi delineare un progetto di sviluppo capace di: assecondare e supportare il processo di insediamento delle aziende in Molise; favorire l’attivazione di percorsi collaborativi nel settore attraverso la creazione di reti di imprese, con le quali valorizzare le competenze imprenditoriali e professionali presenti nel territorio. L’incontro vedrà la presenza, tra gli altri, del presidente della soc. Max Company spa nella persona di Italo Dossi, che ha manifestato la chiara volontà di insediare una sua “struttura produttiva” in Molise. Fondata nel 1995 la Max Company nasce come azienda di produzione di abbigliamento al servizio delle migliori griffe della moda. Nel 2004 si ha il lancio del marchio di abbigliamento “Who*s Who”, che si colloca nella fascia alta di mercato (luxury), e viene creata una struttura commerciale solida e in forte espansione a supporto del marchio. La presenza in Molise della Max Company rappresenta un’importante opportunità per rilanciare il settore moda valorizzando le competenze imprenditoriali e professionali presenti nel territorio. All’incontro sarà presente l’assessore regionale alle attività Produttive Massimiliano Scarabeo che parlerà dell’importanza dei distretti produttivi appena deliberati dalla giunta regionale, distretti produttivi che al sistema moda molisano offrono un’importante opportunità per disegnare e avviare, un nuovo percorso di sviluppo non più incentrato su “un’unica azienda guida” ma su una pluralità di aziende in grado di costruire, come richiamato in delibera, “un’ampia, coerente e sinergica aggregazione imprenditoriale” per competere efficacemente nei mercati internazionali. In questo contesto il progetto “100% made in Italy” ha rappresentato un importante “laboratorio progettuale”, avendo avuto l’indubbio merito di sostenere e accostare, all’interno di una forte iniziativa di animazione socio-economica sul territorio, alcune proposte di rilancio del settore (es. valorizzazione delle produzioni -100% made in Italy-) in linea con le attuali tendenze di mercato. Il distretto produttivo avrà il “fondamento ed il cuore” nell’area di Pettoranello del Molise, che in questi 40 anni ha rappresentato un punto di riferimento per il sistema moda nazionale. All’incontro partecipano l’assessore regionale Scarabeo, , il consigliere delegato della provincia Mike Matticoli, l’Assessore comunale Cosmo Galasso, il presidente della Max Company Spa Italo Dossi, il Liceo Artistico con una rappresentanza di studenti , il vice presidente Ordine Dottori Commercialisti di Isernia Alberto Santolini, Giorgio Gagliardi e Marco Fusco  per Euridit Molise.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
error: