VENAFRO – La tradizione dei ” sciuscie’ e pe’ sciuscie’ ” nella narrazione dello scrittore Tonino Atella

eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
DR 5.0 Promozione
Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro
pasta La Molisana
DR F35 Promozione

VENAFRO – Si avvicina il giorno di San Silvestro, il 31 dicembre, e prende a “scaldarsi” una tradizione tipica di Venafro : andare “ pe’ sciuscie’ “, ossia alla ricerca del saporitissimo rustico locale a forma di biscotto cucinato in abbondantissimo olio  venafrano, “ sciuscie’ “ presente nella circostanza in quasi tutte le case e per ottenere il quale comitive di fanciulli, giovani e adulti girano dal primo pomeriggio per strade e piazze cittadine con strumenti vari e sacchi capienti dove riporre quanto ricevono in dono, portando in giro l’aria di festa col tradizionale canto corale dal titolo “ Sciuscie’ e pe’ sciuscie’ “. Il dettaglio di tale suggestiva tradizione dell’ultimo dell’anno : ci si organizza in gruppo con strumenti a fiato, chitarre e sacchi di juta e si prende a percorrere in lungo e in largo l’abitato cantando a squarciagola “ Sciuscie’ e pe’ sciuscie’ “, dinanzi all’uscio di casa di Tizio o Caio. Cosa dice la canzone in stretto dialetto locale ? Canta, ad alta voce e pubblicamente, le lodi e le qualità sociali, umane e professionali del padrone di casa e della sua famiglia e fa gli auguri per l’anno che sta per arrivare, invitando a regalare ai cantori “ i’ sciuscie’ “, una bottiglia di vino e tant’altro. A quel punto la porta di casa si apre e i cantori vengono accolti con un lungo applauso ed invitati ad entrare per brindare tutti assieme e ricevere il tanto desiderato “ sciuscie’ “. Quindi rapidi saluti e ripartenza per raggiungere un’altra casa, cantare altre positività e fortune alla nuova famiglia e ricevere altri “ sciuscie’ “ e tanto ben di Dio. Tutto questo avanti per ore sino a sera, quando la comitiva divide tutto quanto ricevuto prima di sciogliersi e rientrare con tanti “sciuscie’ “ ! E’ questa la tradizione della genuina tipicità venafrana, ricca di tantissimo calore e significato umano e sociale, che tutti aspettano per divertirsi e far sorridere.

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
Futuro Molise
colacem
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: