VENAFRO – “Giornata della Memoria” al Castello Pandone, l’iniziativa dell’associazione “Agorà” ha riscosso applausi e consensi

mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud

VENAFRO – Tantissima gente ieri nella sala dei Conti del Castello Pandone; gente anche sulle scale e nella saletta attigua.  Per due ore si è respirata un’aria magica, carica di emozione e commozione, nel ricordo di “ciò che è stato”. Mentre sullo schermo scorrevano le tragiche immagini degli orrori dei lager, accompagnate da musiche toccanti( ninne nanne ebraiche ed alleluia),  la giornalista e scrittrice Annalisa Venditti raccontava il suo incontro con il colonnello Andrea Baroni e con il pittore Mauro Masi, militari italiani internati nei lager dopo l’8 settembre. La Venditti ha raccolto  le loro testimonianze in un libro, “Il cavaliere delle rose e delle nuvole”, e nel cortometraggio “La voce di San Gerardo”. Anche Mirza Mehemedovic, bosniaco presente in sala, ha raccontato la sua esperienza di ragazzo cresciuto sotto i bombardamenti del conflitto che ha devastato la ex Iugoslavia. I racconti erano intervallati dalla musica di Paolo Castellitto, maestro di viola e violino. L’evento è nato da una idea di Maria Assunta prezioso, condivisa dalla associazione culturale Agorà’. L’ottima riuscita dell’evento è il segno che la condivisione di risorse e competenze, in un clima di rispetto e stima, sanno dare vita a momenti di grande cultura.

Giornata della memoria castello agorà bis

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: