VENAFRO – Consorzio di Bonifica, contribuenti costretti a pagare balzelli assurdi e anacronistici

vaccino salva vita
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana

VENAFRO – Una precisa e dettagliata istanza viene rivolta attraverso i media al Comune di Venafro da numerosi contribuenti  costretti a versare tributi al Consorzio di Bonifica della Piana pur non fruendo affatto da decenni di alcun servizio consortile e di migliorie fondiarie.

“Puntualmente -asseriscono costoro, che non fanno mistero della loro contrarietà- siamo costretti a pagare al Consorzio di Bonifica della Piana di Venafro tributi per presunti servizi consortili e migliorie fondiarie. Se tanto avvenisse, pagheremmo senza problemi. Ed invece non fruiamo di alcun servizio, in quanto le nostre proprietà ricadono da decenni nell’abitato urbano venafrano, non sono più aree agricole e in quanto tali non ricevono i servizi e le prestazioni erogati dal Consorzio di Bonifica. Ciononostante ci si continuano a chiedere, pena atti ingiuntivi, i tributi pur non fruendo di alcunché in cambio per i motivi appena enunciati. Non nascondiamo che siffatti sistemi, oltre che ingiusti per tutto quanto detto, risultano abbondantemente odiosi e sgraditi !”.

Cosa fare per mettere a posto le cose ? “Occorre che il Comune di Venafro -spiega la particolare categoria di contribuenti – riveda il proprio perimetro urbano, ampliandolo. Se ad inizio ‘900 l’abitato era delimitato a sud dall’attuale Corso Campano, e tutto ciò che stava al di sotto era zona agricola e come tale soggetta alle opere ed ai servizi consortili, dal che i tributi, oggi la situazione è tutt’altra. Il perimetro cittadino si è esteso, è chiuso a sud dal torrente Rava e tutto quanto è a nord è zona urbanizzata, e come tale non più agricola e quindi da non assoggettare ai tributi consortili. E’ necessario perciò un deliberato del consiglio comunale che prenda atto della nuova situazione di fatto, trasmettendola al Consorzio di Bonifica. Tale ente a quel punto dovrà comportarsi di conseguenza, cancellando i non avendo diritto a restare iscritti negli elenchi consortili. In definitiva, é esattamente quanto chiediamo : la nostra cancellazione dagli elenchi dei contribuenti del Consorzio, non avendo ragione di continuare ad essere iscritti in quanto non più nelle condizioni di fruire di servizi e miglioramenti fondiari”.

L’istanza appare di vasta portata sociale, dal che la necessità del provvedimento deliberativo del Comune di Venafro al fine di sanare una questione che interessa centinaia e centinaia di contribuenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: