AGNONE – Chiusura del “Caracciolo”, gli studenti delle superiori sul piede di guerra

pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud

AGNONE – Non sono più disposti a subire passivamente scelte politiche dissennate e imposte dall’alto, gli studenti degli istituti superiori di Agnone, che hanno deciso di “dissotterrare” l’ascia di guerra e manifestare in occasione dell’arrivo in città del presidente della Giunta regionale, Paolo Di Laura Frattura.

Al centro dell’attenzione l’ospedale cittadino, “smembrato” e depauperato da tagli e progressivi ridimensionamenti, prossimo ormai alla definitiva chiusura. Contro tale sciagurata evenienza, gli studenti stamattina (venerdì 6 febbraio) scendono in strada, affiancati dai ragazzi delle medie, a loro volta sensibili ad una tematica dal cui esito dipenderà il futuro stesso delle popolazioni locali.

“Una manifestazione pacifica e silenziosa -precisano gli organizzatori, che ieri sera si sono riuniti in assemblea-, finalizzata a sensibilizzare la cittadinanza intera verso il tema drammaticamente attuale dell’ospedale, ed a richiamare l’attenzione della classe politica, affinché non si compiano scelte errate”.

Striscioni alla mano, i ragazzi di Agnone si ritroveranno sul piazzale del “Caracciolo”. Alla 11 e 30 l’inizio del corteo. Dopo aver percorso le principali vie della città, i manifestanti raggiungeranno la sede del municipio. Accanto agli studenti anche tanti cittadini, molti dei quali provenienti da altri comuni dell’Alto Molise e dai limitrofi territori dell’Abruzzo.

Angelo Bucci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: