ISERNIA – Accertati dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato ancora illeciti sull’anagrafe canina

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
faga gioielli venafro isernia cassino
ristorante il monsignore venafro

ISERNIA – Proseguono i controlli degli agenti del Corpo Forestale dello Stato dei Comandi stazione di Colli a Volturno, San Pietro Avellana, Frosolone e Venafro che hanno portato all’accertamento di numerosi illeciti, in gran parte relativi alla mancata o non corretta registrazione degli animali all’anagrafe canina.

La priorità viene data al benessere degli animali e al rispetto della normativa sull’anagrafe canina dato che, nonostante la normativa in materia risalga ormai a dieci anni fa, risulta ancora lontana la sua corretta applicazione da parte dei cittadini. Questa situazione genera, purtroppo non pochi disagi, sia per gli animali che per le persone coinvolte.

Un punto a favore del Molise è dato dall’essere dotato, come poche regioni italiane, di un Piano regionale per il randagismo canino. Tale fenomeno si sta diffondendo nell’Italia centro – meridionale fino a diventare una vera e propria piaga.

Le innumerevoli conseguenze che ne derivano si traducono anche in termini economici per i contribuenti, chiamati a sostenere le spese dei canili pubblici in cui sono ospitati i tanti randagi, con costi elevatissimi per tutta la collettività.

In tal senso è preziosa la collaborazione con i competenti uffici dell’ASReM di Isernia e del Dr. Di Ludovico in particolare, proprio in qualità di responsabile del Piano regionale sul randagismo canino.

Uno degli obiettivi dei controlli svolti era anche quello di verificare la presenza di cani vaganti e randagi al fine di tutelare l’incolumità pubblica, dopo le numerose segnalazioni di tentativi di aggressione che, sempre più spesso, negli ultimi tempi vengono attribuite a lupi, seppur non ci siano stati riscontri in tal senso.

Tale aspetto è molto delicato e rappresenta una grave minaccia per la conservazione della popolazione indigena del lupo in quanto proprio dall’incrocio tra cani randagi e/o vaganti e lupi nascono ibridi che, oltre ad avere caratteri distintivi ben riconoscibili, determinano un impoverimento genetico della popolazione con conseguenze pericolosissime.

Altrettanto importante risulta l’incidenza del randagismo sulla fauna selvatica, soprattutto ungulati come cinghiali, caprioli e cervi, che vengono predati, e sulla quella domestica, oggetto di aggressioni che non di rado sono attribuite al lupo ma che, alla prova dei fatti (ovvero in sede di accertamento necroscopico da parte dei veterinari ASReM) risultano invece essere causate da cani.

Grazie a 70 servizi effettuati dal CFS in provincia di Isernia dall’inizio dell’anno e dedicati a queste problematiche, sono state controllate 35 persone delle quali 22 sanzionate per un importo totale di circa 1800,00 €.

In relazione all’arrivo della stagione primaverile i controlli rappresentano anche l’occasione per ricordare ai cittadini che l’anagrafe canina rappresenta lo strumento più valido per garantire i diritti di proprietà e per controllare il comportamento responsabile ad essa connessa.

La mancata registrazione presuppone, infatti, una scarsa attenzione verso i cani e molto spesso sono proprio questi ad essere abbandonati. Una volta effettuata la registrazione dell’animale, il proprietario, infatti, ne diventa intestatario e responsabile a tutti gli effetti di legge, sia sotto il profilo penale che civile, nonché amministrativo.

La stretta e fattiva collaborazione in provincia di Isernia tra il Corpo forestale dello Stato ed il Servizio veterinario della ASReM, ha permesso di raggiungere ottimi risultati che saranno divulgati nelle prossime settimane proprio dall’ASReM, promuovendo giornate dedicate alla registrazione e a stimolare il senso di legalità in tema di benessere animale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
pasticceria Di Caprio
Futuro Molise
Maison Du Café Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
panettone di caprio
Maison Du Café Venafro
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
pasticceria Di Caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: