CRONACA – Tentativi di estorsione “hot”, due episodi nell’alto Sangro. L’appello dell’Associazione “Sulla Buona Strada”

pasta La Molisana
faga gioielli venafro isernia cassino
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
Maison Du Café Venafro
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia

CRONACA – Sono numerosi gli episodi di ricatti e tentate estorsioni on-line “hot” segnalati alla Polizia Postale di tutta Italia e che negli ultimi giorni hanno visto coinvolti in qualità  di vittime, anche due ignari giovani dell’Alto Sangro, che si sono ritrovati attori di video a dir poco imbarazzanti divulgati sul web,  e quasi sicuramente realizzati con l’ausilio tecniche artificiose.

A lanciare l’allarme su un’attività criminale che cresce con l’evolversi della tecnologia e non ha confini, come già fatto in passato per quanto riguarda i rischi delle amicizie on-line, è l’Associazione “Sulla Buona Strada” che si occupa di legalità e sicurezza a 360°. “Quella delle estorsioni on-line” -commenta Pierluigi Monaco, Vice Presidente del dinamico sodalizio abruzzese (foto in basso)- “è considerata l’ultima frontiera del crimine, tanto che importanti testate giornalistiche, negli ultimi tempi hanno dedicato pagine intere a questo fenomeno criminale che cresce con l’evolversi della tecnologia . Il trucco è quasi sempre lo stesso: una bella ragazza disponibile e persuasiva, solitamente con profilo di fantasia, contatta la vittima sul web, chiedendole se ha Skype o altri dispositivi attraverso i quali è possibile effettuare una video chiamata. La ragazza, si insinua attraverso la webcam tra i desideri della vittima, che solitamente è in cerca di un anima gemella, o di trasgressione o è semplicemente curiosa e in cerca di amicizie. Il ricatto vero e proprio scatta  al momento in cui, la male intenzionata chiede alla vittima di spogliarsi facendolo a sua volta, e il flusso del video viene facilmente registrato e a volte successivamente  manipolato. La performance erotica si trasforma in un video, che potenzialmente può essere caricato su you-tube e divulgato mediante link a conoscenti della vittima, sistema molto diffuso. Il titolo del video solitamente è forte, quindi in grado attirare l’attenzione della gente ma sopratutto ledere l’immagine della vittima. Non sono rari episodi in cui la vittima ha subito minacce e insulti, sia sul web che per strada. La vittima viene solitamente avvisata prima che ciò accada, e alla stessa viene richiesto del denaro”.

Dietro questo tipo di estorsioni, spesso si nascondono vere e proprie organizzazioni criminali, prevalentemente straniere. Ma come ci si può difendere?  Innanzitutto non pagando la somma richiesta, prendere più dati possibili del ricattatore, bloccarlo e cancellarlo da Facebook, Skype, segnalare il video a you- tube per contenuti di nudità, considerando che you-tube ha dei filtri di protezione molto efficenti, e poi formalizzare regolare denuncia agli organi di Polizia. I ricattatori on-line sono numerosissimi e sanno riconoscere facilmente gli ingenui della rete, uomini o donne che siano.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: